1. HNL, 15/a giornata: Čolak fa volare il Rijeka, Dinamo Zagabria ko. Hajduk, esonerato Vulić

Torna in campo anche il campionato croato dopo lo stop delle Nazionali per la Nations League: sosta, tra l’altro, risultata fatale proprio per la Croazia retrocessa in Lega B dopo la sconfitta contro l’Inghilterra. E la ripresa regala subito una grande sorpresa: la prima sconfitta stagionale della Dinamo Zagabria capolista. La serie di gare da imbattuta si ferma a quota 14, perché la squadra di Bjelica stavolta scivola sull’ostico campo di un Rijeka in decisa ripresa dopo il cambio in panchina e ora al quarto posto in classifica: a decidere la gara è una rete di Čolak nella ripresa con un sinistro da fuori area che permette ai fiumani di portare a casa il bottino pieno nonostante la buona prestazione degli avversari.

Alle spalle, però, non ne approfittano né Lokomotiva ZagabriaOsijek, che nello scontro diretto si annullano con un avvincente 2-2: al Maksimir si è assistito a una gara divertente e combattuta, con la Lokomotiva che è riuscita a ribaltare con Uzuni e Lecjaks l’autorete iniziare di Krstanović, salvo poi essere raggiunta a metà ripresa dal colpo di testa di Skorić (con gli ospiti rimasti in dieci uomini alla fine del primo tempo). E così, nessuna delle due riesce ad accorciare sulla Dinamo Zagabria, che resta lontana 7 punti dalla Lokomotiva e 8 dall’Osijek. Brutto stop a sorprese, invece, per il Gorica, che crolla in casa contro l’Istra penultimo in classifica: la neopromossa sbaglia l’approccio alla gara, mostrandosi fin troppo sicura, ma Rodríguez e Regan nel recupero permettono agli istriani di conquistare tre punti fondamentali in ottica salvezza.

Finisce 2-2 anche la sfida di metà classifica tra Hajduk Spalato e Slaven Belupo, con i biancorossi che sprecano l’ennesima occasione per provare a riavvicinarsi alle zone europee: i biancorossi si ritrovano a dover recuperare lo svantaggio per ben due volte e solo le reti di Said e Jairo evitano una figuraccia davanti al proprio pubblico. Ma non è sufficiente per salvare la panchina di Zoran Vulić, che nella giornata di martedì è stato ufficialmente esonerato dalla dirigenza: secondo cambio di allenatore, dunque, per l’Hajduk Spalato, che mette fine alla quinta avventura con i biancorossi di Vulić dopo meno di tre mesi. Infine, importante vittoria in ottica salvezza per l’Inter Zaprešić in basso alla classifica: basta una rete di Andrić nella ripresa per piegare a domicilio il Rudeš che, invece, resta ormai isolato in fondo al campionato.

RISULTATI

Venerdì 23/11

Rudeš-Inter Zaprešić  0-1  65′ Andrić

Sabato 24/11

Rijeka-Dinamo Zagabria  1-0  64′ Čolak
Gorica-Istra 1961  0-2  48′ Rodríguez, 90’+3′ Regan

Domenica 25/11

Hajduk Spalato-Slaven Belupo  2-2  31′ Mateus (S), 44′ Said (H), 65′ Bogojević (S), 74′ Jairo (H)
Lokomotiva Zagabria-Osijek  2-2  35′ Aut. Krstanović (O), 45′ Uzuni (L), 47′ Lecjaks (L), 60′ Skorić (O)

CLASSIFICA
Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Dinamo Zagabria  +19 36 | 6 Hajduk Spalato -2 17
2 Lokomotiva Zagabria +17 29 | 7 Slaven Belupo  -6 14
3 Osijek +14 28 | 8 Inter Zaprešić -15 14
4 Rijeka +11 27 | 9 Istra 1961 -12 12
5 Gorica +3 26 | 10 Rudeš -29 2

Legenda: Vincitrice 1. HNL e qualificata ai preliminari di CLqualificate ai preliminari di EL, play-outretrocessa in 2. HNL

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.