Calcio femminile, Res Roma e Fiammamonza conquistano lo scudetto Primavera e Juniores

Con le finali dei campionati Primavera e Juniores disputate sabato 24 giugno a Firenze si può dire che si è messa la parola fine alla stagione 2016-2017 del calcio femminile italiano, in attesa di vedere cosa combineranno la Nazionale Under 19 Femminile e la Nazionale Maggiore nei rispettivi Europei di categoria che si terranno quest’estate. Prima delle gare è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Fabio Bresci, Vice Presidente LND Area Centro e già alla guida del Comitato Regionale Toscana, scomparso il 21 giugno.

Si è cominciata con la finale del Campionato Primavera che vedeva opposte la Res Roma di Fabio Melillo, alla caccia del terzo titolo consecutivo, e l’Inter Milano di Pablo Wergifker: le capitoline si sono portate sul doppio vantaggio grazie alla doppietta del capitano Claudia Palombi e centrano anche due pali ma con il passare dei minuti calano fisicamente e questo spiana la strada alla rimonta nerazzurra che prima si palesa all’82’ con il gol di Campisi e poi si concretizza in pieno recupero con la rete di Regazzoli. Come da regole del campionato si va direttamente ai calci di rigore e le giallorosse dagli undici metri ritrovano la lucidità e approfittano degli errori meneghini di Merlo e Rognoni dal dischetto chiudendo con Labate la pratica vincendo con un complessivo 6-3 portando a casa uno storico successo (mai nessuno prima di loro aveva vinto tre Campionati Primavera di fila).

Nella finale del Campionato Juniores si sfidavano il Fiammamonza di Maurizio Re e il Bologna di Daniela Tavalazzi: il Fiammamonza sul campo legittima la grande stagione appena trascorsa vincendo nettamente per 4-0 con i gol che arrivano tutti nella ripresa (complice anche l’espulsione per doppia ammonizione di Rossi alla fine del primo tempo). Protagonista assoluta dell’incontro l’attaccante Benedetta Glionna, autrice di una doppietta personale: le altre marcature portano i nomi di Colombo e Baratti. Da registrare anche un traversa di Nuzzo sul momentaneo 1-0.

Le premiazioni sono state effettuate dal Vice Presidente LND (Area Sud) con Delega al calcio femminile Sandro Morgana che si è anche congratulato per il grande passo in avanti compiuto dal movimento: “Il calcio femminile ha un grande futuro davanti a sé. Le due finali di oggi, a prescindere da chi ha vinto, lo hanno ampiamente dimostrato. Abbiamo tante giovani calciatrici che rappresentano un patrimonio assoluto per lo sviluppo di questo sport. La strada tracciata è quella giusta, continueremo a valorizzare i settori giovanili e a coinvolgere i club professionistici. Credo che nei prossimi 2-3 anni otterremo dei risultati veramente significativi. Devo sottolineare inoltre la grande correttezza da parte di tutte le atlete nonostante la posta in palio fosse alta. Complimenti che estendo anche alle due direttrici di gara che si sono distinte per una conduzione impeccabile.” Il Presidente del Comitato Regionale Toscana Paolo Mangini ha premiato con una targa le seconde classificate mentre medaglie ad entrambe le formazioni sono state date dai responsabili regionali al calcio femminile lombardo e toscano Luciano Gandini e Luciana Pedio. A fine gara è stato anche riconosciuto un premio alle terne arbitrali da parte del Coordinatore C.A.I. Vincenzo Fiorenza e dal componente Nazzareno Ceccarelli.