Europei Under 21: la Macedonia

-

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle squadre che saranno protagoniste nel prossimo Europeo Under 21 che si svolgerà in Polonia: oggi è il turno della Macedonia, inserita nel Girone B con la Spagna, la Serbia e il Portogallo.

PERCORSO DI QUALIFICAZIONE – La Macedonia ha centrato per la prima volta nella propria storia la qualificazione alla fase finale degli Europei Under 21. I Leoni Rossi hanno vinto il Gruppo 3 avendo la meglio di avversarie più quotate, come Ucraina, Islanda, Scozia e, soprattutto, Francia. La squadra di Blagoja Milevski ha chiuso in testa a quota 21 punti, uno in più dei transalpini che nei due confronti con i macedoni hanno ottenuto soltanto due pareggi. La Legione di Alessandro ha iniziato il proprio cammino con un brutto ko in Islanda, ma poi ha saputo reagire al meglio centrando sei vittorie e tre pari che le hanno permesso di staccare il pass per la manifestazione che si terrà in Polonia.

L’ALLENATORE – Ex difensore, Blagoja Milevski ha chiuso la carriera da calciatore nel Vardar dopo varie esperienza tra Macedonia, Serbia, Israele, Grecia e Slovenia. Con i rossoneri di Skopje ha intrapreso nel 2011 la carriera di assistente allenatore, venendo promosso prima guida nella stagione 2012/2013. Subito è arrivata la vittoria del campionato e successivamente della supercoppa, risultati che lo hanno fatto entrare nel mirino della federazione macedone. Il 18 settembre 2014 gli viene assegnata la panchina della Nazionale Under 21, con cui lo scorso 11 ottobre, grazie al successo per 2-0 sulla Scozia, ottiene la qualificazione alla fase finale degli Europei di categoria. La sua squadra è in serie positiva da dodici gare, avendo ottenuto ben otto vittorie a fronte di quattro pareggi. Il principale merito di Milevski è quello di aver amalgamato un gruppo composto da giocatori delle due etnie principali, quella macedone e quella albanese. E il caso ha voluto che i gol decisivi siano arrivati proprio da un macedone, Kire Markoski, e un albanese, Enis Bardhi.

LE STELLE DELLA SQUADRA – Capitano e stella della squadra è il prodotto della Cantera del Barcellona, David Babunski, veterano della selezione Under 21 con 24 gettoni e 5 reti. Il fantasista degli Yokohama F·Marinos garantisce qualità e imprevedibilità alla manovra offensiva oltre che un discreto apporto in zona gol. Da tenere d’occhio anche i due match-winner della gara qualificazione con la Scozia, ovvero Kire Markoski ed Enis Bardhi. Il primo è un’ala sinistra in forza alla formazione locale del Rabotnichki, mentre Bardhi gioca in Ungheria tra le fila dell’Újpest, stesso club in cui milita il centravanti Viktor Angelov. Da tenere d’occhio infine il laterale mancino Besir Demiri, capace di coprire tutta la corsia e fornire un buon contributo in quanto ad assist.

MODULO E TATTICA – Il modulo prediletto da Milevski è il 4-2-3-1 con Babunski regista offensivo e i due centrali di centrocampo Bardhi e Nikolov a coprirgli le spalle. Nel suo gioco la Macedonia punta molto sulla spinta delle ali che si rivelano spesse decisive sotto porta, non potendo contare su un vero e proprio bomber in avanti. Vista la qualità delle avversarie è possibile che lo schieramento di partenza possa venire adattato a un più guardingo 4-5-1. Non dovrebbe cambiare nulla in fatto di uomini, con i Leoni Rossi che cercheranno di tenere botta contro rivali qualitativamente superiori per poi colpirli in contropiede sfruttando le comunque buone qualità dei suoi interpreti offensivi.

Stefano Pantano
Stefano Pantano
Classe ’91, laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2. Calciofilo DOC, inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio.

MondoPallone Racconta… Affari al calciomercato invernale

La sessione del calciomercato "di riparazione" porta sempre con sè mille insidie per le squadre: si cerca di migliorare le cose, in alcuni casi...
error: Content is protected !!