Basket, Final 8 di Coppa Italia: Milano porta a casa l’ambito titolo. Battuta 82-76 la Sidigas

Finalmente è arrivata la tanto attesa serata: Milano di nuovo in finale per il titolo nazionale, questa volta contro Avellino, impaziente di mettere in mostra le proprie qualità. Ottima gara per la Sidigas, ma Milano ha infine la meglio e riesce a ottenere l’ambito titolo nazionale, battendo la squadra di Sacripanti 82-76.

Per la finale di Coppa Italia, la Sidigas mette in campo Green-Acker-Nunnally-Leunen-Cervi; l’Olimpia, invece, ribatte con un quintetto niente male, formato da Cinciarini-Jenkins-Simon-Sanders-Magro. Importante ritorno in campo di Cerella per Milano, dopo l’infortunio subito e l’operazione.

Il primo canestro della serata è per Avellino, a opera dell’italiano Cervi. La Sidigas parte subito aggressiva, ma Milano risponde con estrema sicurezza. Grande partenza infatti anche per l’Olimpia, che continua lungo la scia delle scorse partite, mostrando la propria superiorità e non lasciando spazio agli avversari. La difesa di Milano è (come al solito) impenetrabile e la Sidigas fatica a raggiungere il canestro. Ottimo inizio di gara per Sanders, autore di azioni decisive per l’Olimpia in questo primo quarto di gioco.

Il secondo periodo si apre, invece, in maniera abbastanza equilibrata per le due finaliste: la Sidigas diminuisce la distanza dagli avversari, ma Milano non le permette di raggiungerla. Avellino comunque non si arrende e continua a girar palla, però l’Olimpia sfrutta al massimo le azioni in contropiede. Impeccabile, per Milano, Cinciarini in questi minuti di gioco; benissimo Nunnally per la Sidigas, anche se la difesa della propria squadra non è delle migliori. Superiorità schiacciante di Milano nei rimbalzi: ben 14 fino a ora quelli della squadra di Repeša, neanche uno per Avellino.

Al rientro dall’intervallo, ottime prestazioni per Mačvan, Simon e Sanders per l’Olimpia Milano; per la Sidigas, invece, continua a mostrare le sue qualità Nunnally, accompagnato da Acker nella tentata rimonta. Dopo 25 minuti di gioco, arriva finalmente il primo rimbalzo offensivo per la Sidigas, a opera dello statunitense Leunen. Avellino guadagna terreno nel terzo quarto, migliorando anche a livello difensivo. L’Olimpia, però, continua a mantenere il vantaggio e termina il periodo di gioco con 5 punti di scarto.

L’ultimo quarto di gara si apre con una Sidigas offensiva, che cerca di sfruttare ogni opportunità a sua disposizione per tirare. Milano fatica a contenere il gioco di Avellino, ma riesce a mantenere il vantaggio. Ancora ottimo Nunnally per la Sidigas; indispensabili Sanders e Cinciarini, invece, per la squadra di Repeša. Negli ultimi minuti di gioco, Milano allunga la distanza da Avellino, che continua comunque a dimostrarsi aggressiva. La Sidigas prova infine a pressare su tutti i palloni, ma la partita giunge al termine e l’Olimpia porta a casa la vittoria.

Per la squadra di Sacripanti, bene Nunnally (25 punti e 4 rimbalzi difensivi), Leunen (6 rimbalzi totali) e Green, con i suoi 6 assist. Per l’Olimpia Milano, invece, ottime prestazioni per Sanders (17 punti e 7 rimbalzi totali), Cinciarini (5 rimbalzi e 3 assist) e Lafayette, con 6 assist.

 

SIDIGAS AVELLINO-EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 76-82 (11-21, 36-43, 55-60)
Sidigas Avellino: Acker 9, Buva 13, Cervi 8, Green 1, Leunen 3, Norcino ne, Nunnally 25, Parlato ne, Pini 4, Rangland 8, Severini 0, Veikalas 5. All. Sacripanti.
EA7 Emporio Armani Milano: Amato ne, Cerella 0, Cinciarini 10, Gentile ne, Jenkins 8, Kalnietis 5, Lafayette 3, Mačvan 14, Magro 2, McLean 15, Sanders 17, Simon 8. All.: Repeša.
Condividi
Siciliana amante della sua terra, insegnante e aspirante giornalista, innamorata della letteratura e appassionata di sport, anche se troppo pigra per praticarne uno.