Ascoli, Mangia: “Orgoglioso di allenare questa squadra”

Dopo l’annuncio ufficiale arrivato nella giornata di martedì, Devis Mangia si è presentato davanti ai giornalisti per la classica conferenza stampa dopo la sua assunzione alla guida dell’Ascoli: “Ringrazio la società per aver pensato a me. Fa piacere diventare allenatore di una delle società che ha fatto la storia del calcio italiano, una delle più antiche d’Italia. Per noi questo è un grande orgoglio. Abbiamo la fortuna di avere una delle tifoserie più calde di Italia. Ho trovato poi delle grandi persone con cui confortarmi. L’obiettivo è lavorare. Non ho sentito parlare di posizioni e obiettivi. Per me l’unica cosa che conta è la gara di sabato a Vicenza. Non voglio stravolgere l’impostazione di squadra. Ho 27 giocatori a disposizione. Chi mi dimostrerà che sta meglio giocherà”.

Il tecnico ha anche parlato dello staff che lo aiuterà in questa avventura: “C’erano già delle professionalità importanti, Cozzi e Cesare Beggi. Tutti vogliamo il bene dell’Ascoli. Personalmente, sono orgoglioso di voler dimostrare di meritarmi questa opportunità. A me piace lavorare coi giocatori bravi. Non solo con i giovani. Ho il compito di mettere i giocatori nelle condizioni ideali per lavorare. Conosco Sacchi, è una persona che ne sa tanto di calcio. Non ho ancora in mente la formazione per sabato. Vedrò in questi giorni. Le porte chiuse? Dipende, la squadra appartiene ai nostri tifosi. Spero di conoscere presto Mazzone, un allenatore storico per questa piazza”.

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme.