Basket in carrozzina: Amicacci Giulianova corsara in Sardegna

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa dell’Anmic Dinamo il comunicato relativo alla sfida con Giulianova nel campionato di basket in carrozzina. 

L’Anmic Dinamo si fa superare in casa dall’Amicacci Giulianova: 43-54.

Nello scontro tra fanalini di coda è la formazione ospite a schiodarsi dallo zero in classifica: 43-54. Fatale ai sassaresi il disastroso primo tempo in attacco (-19). Nella quinta sconfitta ha pesato anche l’assenza del play Alireza Ahmadi, impegnato con la nazionale iraniana.

Il vice allenatore Tore Cherchi (Bergna in tribuna perché squalificato) ha iniziato con questo quintetto: Ruggeri, Spanu, Beltrame, Sutic, Megrini. Errori banali da sotto e da centro area penalizzano Sassari, che si sbilancia e concede anche qualche contropiede. Gli ospiti danno il primo strappo: 6-18 alla fine del quarto. A parte il 2/3 di Sutic, il resto del quintetto ha prodotto un desolante 1/14 al tiro.

Nella seconda frazione c’è Simula al posto di Megrini. Continuano a fare canestro solo Sutic e Spanu e il divario assume proporzioni imbarazzanti: 12-29 al riposo. E dire che l’Anmic ha tirato di più: 6/35, contro il 13/26 degli abruzzesi.

Ben altro spirito nel terzo quarto. L’attacco è più equilibrato, si svegliano Ruggeri e Megrini, non vengono concessi contropiede al Giulianova. I padroni di casa si avvicinano: 22-31 al 26′ e 24-34 al 30′. Gli abruzzesi però ritrovano lucidità nell’ultimo quarto e archiviano il match. Migliore realizzatore tra i sassaresi Megrini con 15 punti ai quali vanno aggiunti ben 14 rimbalzi.

Prima della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle 16 vittime dell’alluvione che ha colpito la Sardegna.

ANMIC: Simula 6, Spanu 4, Arghittu, Ruggeri 10, Beltrame, Megrini 15, Tiberi, Sutic 8, Curcio. All. Cherchi.
GIULIANOVA: De Maggi 4, Aubry, Minella, Gemi, Marchionni 17, Turlo 9, Seidel, Belaid 10, Hargrom, Macek 14, Miceli, Biondi.

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoSportivo parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera.