Serie A femminile: pari a reti bianche tra Chiasiellis e Grifo

Finisce a reti bianche la sfida contro il Chiasiellis, ma è la squadra di Sciurpa ad aver fatto le cose migliori. Nel primo tempo traversa della Natalizi. Roscini e Sciurpa: “Bella prestazione, ripartiamo da questo pareggio”

E’ un buon punto quello raccolto dalla Grifo in casa del Chiesiellis. Lo zero a zero finale è poco indicativo rispetto ad una gara che ha visto le grifone protagoniste per una settantina di minuti e sfortunate in zona gol.

La traversa ha negato al capitano Natalizi la gioia del vantaggio, mentre Elena Proietti non è stata fredda davanti al portiere. Nel finale, è giusto sottolineare, come un paio di interventi della Monsignori hanno salvato il pareggio e consentito alle biancorosse di riportare a casa un risultato positivo. In Friuli Sciurpa ha sfoderato un 4-4-2 che è sembrato qualcosa in più rispetto ad un modulo occasionale, per far fronte alle assenze delle squalificate Saravalle e Marinelli e dell’infortunata Ceccarelli.

La squadra è sembrata a proprio agio: la Proietti ha brillato come attaccante aggiunto al fianco della Pugnali, la rientrante Ricci ha fatto la sua parte nel ruolo di ala destra, così come dall’altra parte la già citata Natalizi. Bene anche il pacchetto arretrato, con un voto in più per la giovane Monetini. Come detto, nella prima frazione è stata la Grifo a condurre le operazioni e a sfiorare l’uno a zero. Al 15’ la Pugnali ha trovato i riflessi di Biancuzzi, mentre cinque minuti più tardi il tiro della Natalizi ha superato l’estremo difensore friulano e ha poi centrato la traversa. Nel finale di frazione Grifo ancora pericolosa con Ricci e Pugnali, ma senza l’esito sperato.

Nella ripresa il Chiasiellis è uscito dal guscio e ci sono voluti un paio di interventi di Elisa Monsignori per sventare i pericoli portati da Cutinho e Gianetti. La pioggia, caduta incessante per tutti i novanta minuti, ha chiaramente reso più difficile il forcing finale, su un campo ai limiti della praticabilità. Il pareggio finale resta comunque un risultato gradito, soprattutto alla Grifo che dopo due sconfitte consecutive aveva bisogno di un’iniezione di fiducia e di muovere un po’ la classifica.

CHIASIELLIS – GRIFO PERUGIA 0-0
CHIASIELLIS (4-4-2): Biancuzzi; Frizza, Soro, Dunghi, Virgili (21’ st Cengig); Sardu (35’ st Mantoani), Barbieri, Belardo, Gianon; Gianetti, Cutinho (10’ st Degano). A disp.: Zorzi, Botaccin, Zanon, Paoletti. All.: Lizzi.
GRIFO PERUGIA (4-4-2): Monsignori; Monetini, Ferretti, Bordellini (37’ st Cianci), Parise; Ricci, Pederzoli, Fiorucci C., Natalizi; Pugnali, Proietti (45’ st Fiorucci G.). A disp.: Cucchiarini, Bianchi, Ceccarelli L. All.: Sciurpa.
ARBITRO: Dal Pan di Belluno (Cristante – Alla)

Sono molto soddisfatta delle ragazze e della prestazione che hanno fatto. Non era facile, dopo essersi alzate alle cinque, aver fatto sette ore di pullman e giocato su un campo ai limiti della praticabilità, vista la pioggia. Ripartiamo da questo pareggio, con la convinzione di avere i mezzi per toglierci anche delle soddisfazioni più importanti (Valentina Roscini, Presidente Grifo Perugia)

bbiamo tenuto il campo per tutti i novanta minuti, accusando solo un lieve calo nel finale. E’ un buon punto, perché conquistato al cospetto di un avversario che la settimana prima è andato a vincere contro il Verona. Se continueremo a fornire queste prestazioni arriveranno altri risultati positivi (Giacomo Sciurpa, tecnico della Grifo Perugia)