UFC 230: strada spianata per il superfight Daniel Cormier-Brock Lesnar

Non è stata, come previsto, una difesa titolata oltremodo pericolosa quella del bicampione del mondo – pesi massimi e massimi leggeri – Daniel Cormier contro Derrick Lewis. Perché se è vero che all’interno di un ottagono nulla è mai scontato, la differenza dal punto di vista tecnico, mentale e di classe tra i due era palese e la sfida del Madison Square Garden di New York non ha fatto altro che rispettare le attese.

Nessun colpo da K.O. quindi per The Black Beast, nessun clamoroso upset da parte del lottatore di New Orleans nei confronti dell’atleta più dominante (insieme a Khabib Nurmagomedov e Cris Cyborg al femminile) di tutto il roster UFC. Terza vittoria consecutiva per Daniel Cormier (settima se togliamo il no-contest di UFC 214 contro Jon Jones) e prima difesa del titolo pesi massimi. L’ex lottatore olimpico statunitense è stato il secondo atleta di sempre, dopo Conor McGregor, a detenere nello stesso momento due titoli UFC, ma con il successo di sabato notte è diventato il primo della storia – superando nell’impresa anche l’irlandese – ad essere riuscito nella difesa di entrambe le cinture, ormai legate alla sua vita da UFC 226 del 6 luglio scorso.

Quale strada intraprenderà adesso il numero uno del ranking Pound-for-Pound UFC Daniel Cormier? Due opzioni: una nuova difesa del titolo pesi massimi, o un ritorno nella sua categoria originaria – quella dei pesi massimi leggeri – dove è campione indiscusso dal 23 maggio 2015 con il successo su Anthony Johnson a UFC 187. Lo scontro del 29 dicembre prossimo tra Alexander Gustaffson e Jon Jones potrebbe regalargli il nome del suo prossimo avversario al titolo in quest’ultima categoria, ma le voci più insistenti propendono invece per un clamoroso superfight per il titolo pesi massimi tra Daniel Cormier e l’ex campione del mondo UFC ­- ex wrestler WWE – Brock Lesnar.

Il resto della main card di UFC 230 ha visto invece da un lato l’affermarsi di due future stelle di primissimo piano del palcoscenico delle MMA come Israel Adesanya e Jared Cannonier, dall’altro il ritorno al successo di un “vecchio” leone come Jacaré Souza, che al termine di un match ostico – che lo vedeva probabilmente in svantaggio ai punti sui cartellini dei giudici – è riuscito a mettere K.O. l’ex campione dei pesi medi Chris Weidman.

 

 

Condividi
Studente di comunicazione. Cresciuto nel mondo dello sport, patito di calcio, basket e ciclismo. “Malato” di tecnica e tattica, con un trascorso più da calciatore che da giornalista.