Lugano, Abascal: “Soddisfatto per avere iniziato bene”

Dal nostro inviato a Sion (CH) 

È un Abascal soddisfatto quello che incontriamo nella zona mista del Tourbillon, al termine dell’incontro vinto dal Lugano sui padroni di casa del Sion: “Soddisfatto per una vittoria importante, per quello che hanno fatto i giocatori in questa partita. Il primo gol è una cosa che può accadere, ma noi abbiamo tirato in porta più di loro. La squadra ha fatto bene soprattutto nella prima parte della ripresa: è stato il nostro momento migliore.”

“La nostra è una squadra che deve essere camaleontica, che deve sapersi adattare: alla lavagna tutti gli allenatori vincono le partite, ma poi bisogna essere bravi a cambiare se le esigenze del momento lo impongono. Abbiamo un po’ sofferto fisicamente, ma come loro, abbiamo avuto qualche problema di comunicazione, ma ci stà in questo periodo: cresceremo durante la stagione, ci sono ancora dei margini.”

Il presidente Renzetti“Bella vittoria, che nessuno si aspettava. Siamo ancora contati, spero arrivino ancora un paio di innesti. Oggi abbiamo gestito una situazione d’emergenza, e alcuni dei nostri hanno fatto benissimo: penso a Daprelà, che merita una menzione d’onore.”

Deluso, invece, il tecnico del Sion Jacobacci: “Il primo gol è stato ovviamente sfortunato, ma sono circostanze che ci stanno nel calcio. Il nostro portiere è giovane, e ciò che è accaduto gli servirà d’esperienza per il futuro. Loro sono stati bravi, hanno giocato la partita che mi aspettavo: mi dispiace perché escono con tre punti che, alla vigilia, non pensavano sicuramente di portare a casa. A noi, secondo me, manca un rigore per una presa in area, ma se l’arbitro non ha fischiato avrà fatto una diversa valutazione.”

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.