Tennis, Nishikori si ritira dal torneo di Barcellona. Eliminato Djokovic all’esordio. Buona la prova degli italiani a Budapest

L’eliminazione di Paolo Lorenzi è per il momento l’unica nota stonata del clan azzurro presente al torneo di Budapest. L’italiano è apparso abbastanza stanco nel match perso contro il georgiano Nikoloz Basilashvili (6-4, 6-2), già affrontato due anni fa nella finale di Kitzbuhel. Andreas Seppi invece si aggiudica il derby con Thomas Fabbiano (4-6, 7-5, 6-3); primo set molto regolare al servizio, poi alla lunga viene fuori la maggiore qualità tecnica e il servizio di Seppi che riesce a ribaltare il set di svantaggio. Avanza anche Berrettini contro il magiaro Balasz (4-6, 6-3, 7-6) e Cecchinato contro Dzumhur (6-3, 6-1). Inaspettato il successo di Sonego nell’ardua sfida con il francese Gasquet (6-4, 7-6). In campo femminile Sara Errani dimentica le delusioni di FedCup e si prende una rivincita a Istanbul superando la belga Flipkens (6-3, 6-4).

A Barcellona lo spagnolo Carballes Baena elimina l’austriaco Haider Maurer (6-2, 6-4) e si guadagna la possibilità di sfidare il connazionale Rafa Nadal, atteso in terra catalana dopo il recente successo a Montecarlo. Tanta fatica per il belga Goffin sull’altro spagnolo Granollers Pujol (4-6, 7-6, 6-2). Le notizie più importanti sono due. La prima giunge dal ritiro di Kei Nishikori contro Garcia Lopez: il giapponese ha resistito per un set (perso 6-3) prima di gettare la spugna per un problema fisico. Salta dunque la possibilità di poterlo vedere all’opera contro Nadal dopo la sconfitta a Montecarlo domenica scorsa. Il torneo perde con largo anticipo anche Djokovic. Il ritorno del serbo dopo dodici anni di assenza dal torneo catalano è stato un disastro: lo slovacco Klizan ha la meglio in tre set (6-2, 1-6, 6-3).

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.