Fantacalcio Serie A 2017/18: i consigli su chi evitare nella 32/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi l a scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi evitare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE GIÙ – Come sempre, partiamo dagli assenti, che, banalmente parlando, sono i primi da evitare. Intanto, ci sono 10 squalificati: Giaccherini, Luca Rigoni, Capuano, Petagna, Brozović, Bonucci, Mário Rui, Bereszyński e i due giocatori sospesi per doping João Pedro e Lucioni. A questi e agli infortunati di lungo corso si aggiungono diversi acciaccati dell’ultim’ora: Berenguer, Niang, Palomino, Vecino, Torosidis, Donsah, Romagnoli, Goldaniga, Lirola, Sensi, D’Alessandro, De Sciglio, Murru e Defrel. Infine, solita rognosa lista di calciatori in dubbio: Ljajić, Perin, Bertolacci, Barberis, Miranda, Candreva, Cionek, Basta, Patric e Perotti.
Ma veniamo alla flop 11 di giornata. Il numero uno, stavolta, risponde al nome di Emiliano Viviano, impegnato all’Allianz Stadium contro una Juve che cerca riscatto dopo la cocente eliminazione in Champions e che dovrà fare punti in chiave scudetto. Terzetto arretrato composto da Cionek (lo spallino è in dubbio e anche se giocasse, di fronte si ritroverebbe una Fiorentina in grande spolvero), Cristián Zapata (con Bonucci squalificato e Romagnoli infortunato, toccherà a lui e a Musacchio difendere la porta di Donnarumma. Proprio contro Mertens e compagni, quando la sorte non ti sorride…) e de Vrij (se Džeko sarà quello visto in Champions contro il Barça, l’olandese rischia di fare la magra figura di un Umtiti qualunque). Centrocampo sconsigliato con quattro pedine: Candreva è in dubbio per una contusione alla caviglia (è convocato, ma dovrebbe giocare Karamoh al suo posto), De Rossi rischia di accusare la fatica, anche emotiva, di una gara di coppa giocata a mille, de Paul è in costante ballottaggio con Maxi López, infine Ramírez, che dovrebbe essere titolare sul campo della capolista, ma troverà veramente pochi spazi per sfogare la propria fantasia. Tre attaccanti, infine, che per svariati motivi non ce la sentiamo di consigliarvi: Cutrone parte in svantaggio rispetto ad André Silva (senza considerare che di fronte avrà la difesa del Napoli), Ljajić rischia di alzare bandiera bianca al Bentegodi, a causa di un risentimento muscolare, ed El Shaarawy, che difficilmente sarà fra gli undici iniziali della Roma nel derby (Di Francesco pare intenzionato a riproporre l’assetto di coppa, con Schick accanto a Edin Džeko).

I CONSIGLI SU CHI SCHIERARE NELLA 32/A GIORNATA

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.