Serie C, Vicenza-Fermana: pari e patta al Menti, 1-1 il finale

Termina 1-1 la sfida tra Vicenza e Fermana in virtù delle reti, entrambe nel primo tempo, di Cognigni e Giacomelli: le rispettive posizioni in classifica restano invariate ma è un punticino che mantiene viva la speranza del Lane.

Gara importantissima in chiave salvezza, valida per il recupero della 28/a giornata del Girone B di Serie C, quella che andrà in scena fra poco al Menti tra Vicenza e Fermana. Il Lane dopo la penalizzazione è scivolato all’ultimo posto della graduatoria ed è reduce dalla sconfitta interna contro il Santarcangelo; di contro, i Gialloblù occupano la tredicesima posizione con 33 punti, provengono dal pareggio con la Feralpisalò e, più in generale, da sei turni senza vittorie (esattamente come gli avversari odierni). All’andata finì a reti inviolate al termine di una gara equilibrata e senza clamorose occasioni da gol.

Provano sùbito i padroni di casa a mettere in apprensione la retroguardia gialloblù: colpo di testa di Comi sugli sviluppi di un calcio d’angolo e palla sopra la traversa. Ciononostante, sono i Gialloblù a trovare il gol del vantaggio: corner da sinistra, difesa vicentina in bambola e ne approfitta Cognigni da predatore d’area a insaccare; Vicenza-Fermana 0-1. I padroni di casa reagiscono e iniziano a spingere, ma l’unica vera opportunità cade poco dopo il 20′: corner da sinistra, Valentini riesce solo a smanacciare e Milesi gira al volo e manda fuori. Replica la Fermana sul ribaltamento di fronte: ancora da calcio d’angolo Da Silva taglia sul primo palo di Urbinati, ma il colpo di testa termina alto. In generale, la gara è gradevole e giocata su ritmi intensi: buone manovre da parte di ambo le squadre, forse non sempre lucide ed efficaci ma ben congeniate. La pressione dei padroni di casa si fa più veemente col passare dei minuti: Giacomelli suona la carica, prova il destro di potenza e colpisce in pieno la traversa dopo ben due deviazioni. I Canarini, però, rispondono colpo su colpo e Da Silva, seppur centralmente, obbliga Alex Valentini alla massima attenzione. A pochi istanti dal termine del primo tempo giunge il pareggio dei Biancorossi: retropassaggio di Urbinati per Mattia Valentini, il portiere viene preso in controtempo e Giacomelli si fionda come un avvoltoio per spingere in rete l’1-1 e sfogare tutta la propria rabbia. A questo punto, non accade altro degno di nota e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi sull’1-1.

Parte forte il Vicenza, la Fermana risponde con calma ed esperienza: ancora Giacomelli, grintosissimo, fa tutto da solo ed entra in area da sinistra, poi cade a terra ma l’arbitro lo ammonisce per simulazione. Poco da raccontare per via della consueta girandola di cambi e per l’infortunio occorso a Romizi costretto a uscire in barella per un violento colpo al torace. Si rende pericolosa la Fermana: ottimo filtrante sulla destra per Clemente, cross dal fondo e Alex Valentini smanaccia in angolo; i padroni di casa replicano con il solito Giacomelli: si invola sulla sinistra e prova la botta da posizione defilata, l’estremo difensore avversario respinge con i piedi. Sul successivo angolo, il pallone ballonzola in area e la difesa gialloblù se la cava come può sull’accorrente Comi. Al 78′ il Lane resta in dieci, Comi colpisce Urbinati ed è rosso diretto. Nei minuti finali le squadre si allungano: da un lato, ci prova Crescenzi a sorprendere da lontanissimo il portiere avversario; dall’altro, è Da Silva a tentare dai venticinque metri e a impegnare Alex Valentini. Con le squadre stremate, non accade più nulla e il direttore di gara sancisce l’1-1 finale.

VICENZA-FERMANA 1-1 (1-1)

Vicenza (3-5-2): A. Valentini 6; Malomo 6, Milesi 5, Crescenzi 6; Giorno 6,De Giorgio 6, Romizi 6.5 (64′ Tassi 6), Bianchi 6 (83′ Ferrari sv), Giraudo 6 (57′ Jakimovski 6); Giacomelli 7 (83′ Alimi sv), Comi 4A disp.: Fortunato, Bianchi, Magri, Bangu, Ferchichi, Salifu, Giusti, Lucca. All.: Lerda 6.
Fermana (4-3-1-2): M. Valentini 5; Gennari 6.5, Ferrante 6.5, Saporetti 6.5, Clemente 6; Petrucci 5.5 (58′ Maurizi 5.5), Urbinati 5.5, Grieco 6 (89′ Favo sv); Da Silva 6; Lupoli 5.5 (58′ Sansovini 5), Cognigni 6.5 (89′ Cremona). A disp.: Shiba, Camilloni, Equizi, Nasić, Doninelli, Mané, Salifu, Capece, Ciarmela. All.: Destro 6.
Arbitro: Annaloro di Collegno.
Marcatori: 13′ Cognigni (F), 43′ Giacomelli (V).
Note – Ammoniti: Giacomelli, Giorno (V); Urbinati, Ferrante (F). Espulso: Comi (V) al 77′ per comportamento violento.

Condividi
Appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.