È una Ferrari magnifica! Vettel trionfa a Melbourne di strategia

“Oggi è lui [Hamilton] a festeggiare, ma domani speriamo di essere io e Kimi a farlo”. Dopo le qualifiche di ieri, queste son state le parole di Sebastian Vettel durante le interviste post-sessione, e le sue speranze alla fine si sono materializzate. Come lo scorso anno, infatti, è il tedesco della Ferrari ad aprire la stagione con una vittoria dopo aver approfittato di una virtual safety car causata dalla fermata lungo la pista della Haas di Grosjean.

Alla partenza Hamilton riesce ad avere un ottimo spunto, così come Magnussen, che scavalca Verstappen guadagnando così la quarta piazza. L’olandese si renderà protagonista di un testacoda alla prima curva qualche giro dopo, mentre Magnussen (così come il compagno di squadra Grosjean, che subirà la stessa sorte due giri dopo) sarà costretto al ritiro subito dopo il pitstop a causa di problemi durante la sosta. Epilogo sfortunatissimo per il team statunitense, che poteva tranquillamente piazzare le proprie vetture al quarto e al quinto posto.

Il ritiro di Grosjean causa la chiamata della virtual safety car, poi sostituita qualche giro dopo dalla safety car fisica, ed è qui che il destino della gara cambia: Vettel, che ancora non si era fermato ai box, approfitta della situazione e guadagna la testa della corsa superando Hamilton e Raikkonen, che avevano effettuato il pit qualche giro prima. Il tedesco riesce a difendersi dagli attacchi del rivale della Mercedes per il resto della corsa – con Hamilton che decide di alzare bandiera bianca a quattro giri dal termine. Dietro di loro, a chiudere il podio c’è Raikkonen con la seconda Ferrari: il finlandese mantiene il terzo posto nonostante i tentativi di Ricciardo – grande rimonta per l’australiano – di salire sul gradino più basso del podio.

Molto bene Alonso. La McLaren sembra finalmente più affidabile e più performante, e il quinto posto dello spagnolo – unito al buon risultato di Vandoorne, nono – costituiscono certamente un buon punto di partenza. In zona punti anche Verstappen (gara difficile per lui dopo il testacoda), Hulkenberg, Bottas (che non va oltre l’ottavo posto dopo l’incidente in qualifica) e Sainz, che chiude decimo nonostante dei problemi tecnici nelle ultime fasi della gara. Fuori dalla top 10 entrambe le Force India, seguite da un ottimo Leclerc, tredicesimo al debutto. Stroll e Hartley chiudono la classifica.

Formula 1, Melbourne – Risultati Gara

  1. Vettel (Ferrari)
  2. Hamilton (Mercedes)
  3. Raikkonen (Ferrari)
  4. Ricciardo (Red Bull)
  5. Alonso (McLaren)
  6. Verstappen (Red Bull)
  7. Hulkenberg (Renault)
  8. Bottas (Mercedes)
  9. Vandoorne (McLaren)
  10. Sainz (Renault)
  11. Perez (Force India)
  12. Ocon (Force India)
  13. Leclerc (Sauber)
  14. Stroll (Williams)
  15. Hartley (Toro Rosso)
Condividi
Vicentino, classe '96, calcisticamente legato al Vicenza e al Southampton, appassionato di (quasi) tutto ciò che è sport, di tecnologia e del buon cibo. Aspira a fare della propria passione un lavoro.