Basket, A1 Donne: Parma-Umbertide 64 a 61 (27-33)

Vince col cuore in gola, ma vince ancora il Lavezzini. La vittima questa volta è l’Acqua&Sapone Umbertide e le gialloblù vincendo col punteggio di 64 a 61 staccano, con una giornata di anticipo, il biglietto per la finale di Coppa Italia. Con Parma ci saranno di sicuro a giocarsela Schio, Lucca ed una fra Taranto e Umbertide. Ma torniamo alla partita, una partita storica per l’accesso alla Final Four, per un terzo posto in solitario in classifica dopo tante annate sfortunate, per il tabellone luminoso che va in tilt, e si deve ricorrere al tabellone manuale, ma anche per la prima con la diretta web in streaming della LegA Basket Femminile. Un record.

La cronaca del match è presto fatta. E’ una contesa sul punto a punto sino a metà del primo quarto dove le ospite trovano un primo allungo: 9 a 15 con Willis. Sul finire del primo parziale il massimo vantaggio umbro: 12 a 22 con canestro di Cinili anche se è Moss D’Andra ad impressionare. Ajdukovic chiude il primo minitempo sul 14 a 22. Parma è nervosa e gli arbitri non aiutano a calmare. L’inizio del secondo quarto è di marca parmigiana: 19 a 22 grazie ad Harmon e Battisodo tornata dal raduno azzurro con una verve in più. Ma sono ancora le ragazze di coach Serventi a far paura che portano il punteggio sul 24 a 33 con il primo tecnico fischiato alla panchina ducale. Zara e Kireta ricuciono parzialmente e negli spogliatoi si va sul 27 a 33. Il secondo tempo è una vera battaglia. Si passa dal 33 a 38, al 37 al 42 per arrivare alla super tripla di Simeonov (40-42) che da la carica alle crociate. Harmon sulla spinta di un PalaCiti entusiasmato arriva al meno 1 e poi Battisodo finalmente opera il sorpasso: 46 a 45. Harmon e ancora Battisodo, oggi incontenibile, creano il più cinque del terzo quarto (50 a 45). Umbertide non ci sta, Parma si rilassa e Buccianti e compagne ripigliano Franchini & C. Qui arriva il colpo di scena della partita. Siamo al quarto minuto dell’ultima frazione e gli arbitri assegnano due falli tecnici (Kireta e Procaccini che viene anche espulso) contro il Lavezzini. Zohnova va in lunetta e fa 4 su 4 e palla in mano. In un amen siamo 52 a 55. Tutto ha dell’incredibile, ma qui viene fuori il cuore delle ragazze di Procaccini che cominciano a difendere in maniera pazzesca e finalmente ad insaccare i tiri liberi, sino ad allora un vero disastro dalla lunetta (10 su 21!). Solo Moss tiene (19 punti totali), ma i canestri finali di Kireta e Battisodo sono una manna che vale i due punti. MVP indiscussa del match Valeria Battisodo (16 punti per lei alla fine e sei assist), ma anche Kireta e Harmon valgono il biglietto. Rispettivamente 14 ed 11 punti.

Mercoledì si disputa l’ultima partita del girone d’andata. Turno decisivo per stabilire la griglia delle quattro finaliste di Coppa Italia. Il Lavezzini scende in Sicilia per incontrare il Priolo di coach Santino Coppa, penultimo in classifica. Salto a due alle ore 20,30.

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it