Tre domande a… Delfi Brea: “Ai più giovani dico divertitevi, è la cosa più bella dello sport”

-

“Tre Domande a…” è la nuova rubrica attraverso la quale la Federazione Internazionale Padel vuole avvicinare i giocatori del Ranking FIP ai tifosi, svelando curiosità, aneddoti e piccoli segreti, rigorosamente con tre sole domande (e anche qualcosa in più…)  rapide come una discesa a rete. Perché solo tre? Perché lasciar parlare il campo con i grandi campioni è sempre la cosa migliore…. E perché parlando di grandi giocatori che accarezzano la perfezione, tre è il numero perfetto!
Questa volta abbiamo incontrato Delfi Brea pochi minuti dopo il trionfo nel P2 di Puerto Cabello, prima vittoria in stagione in coppia con Bea Gonzalez.
Se dovessi trovare tre aggettivi per descrivere Delfi Brea, quali sarebbero? E per Jorge Martínez, il tuo allenatore?
“Fammi pensare… Beh penso che i più adatti siano seria, lavoratrice e coraggiosa. Per quanto riguarda Jorge invece, direi esigente, legato alla famiglia e fantastico!”.
Parliamo dei tuoi colleghi adesso. Quali sono i tre giocatori e giocatrici che preferisci?  E se potessi “rubare” loro tre cose?
“Direi Martin Di Nenno, Ale Galan e Fede Chingotto tra i ragazzi, senza dubbio i miei preferiti. Per quanto riguarda le ragazze, metterei Alejandra Salazar, Paulita Josemaria e Gemma Triay.
Cosa ‘ruberei’ loro? Il ‘remate’ innanzitutto, da ognuno di loro, in particolare Galan. Poi la ‘vibora’ di Paulita, e l’uscita di parete di Alejandra. Ah sì, aspetta, ruberei anche il rovescio di controbalzo di Gemma”.
Molti giovani ti seguono e ti considerano un esempio. Puoi dare tre consigli per i giovani giocatori e le giovani giocatrici che si avvicinano al padel?
“Tre sono pochi ma prima di tutto godetevela, divertitevi. È davvero la cosa più bella dello sport e quindi anche del padel. Credo inoltre che sia importante circondarsi di un team che ti ami e che ti sostenga. E poi è molto importante avere compagni giusti in allenamento e nelle competizioni”.
Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone Racconta… L’Italia nelle qualificazioni mondiali

Martedì, con la vittoria sulla Repubblica Ceca, l'Italia ha staccato il biglietto per Brasile 2014 con due turni d'anticipo. La Nazionale azzurra prenderà così...
error: Content is protected !!