Delirio Terracina: è finale!

Nella splendida cornice della Beach Arena “Carlo Guarnieri”, gremita come sempre in ogni ordine di posto, il Terranova Terracina strappa il pass per accedere alla finalissima della poule scudetto, dove ad attenderla ci sarà il Viareggio, che qualche ora prima aveva mandato in fumo le speranze scudetto del Catania, a cui non sono bastati i colpi dei maestri brasiliani Juninho, Fred e Rafinha.
Il Terracina arriva in semifinale contro l’Active Network Colosseum Roma, dopo aver liquidato nei quarti di finale la coriacea Sambenedettese che, dopo un inizio folgorante, si è dovuta arrendere di fronte alle giocate di Bruno Xavier e compagni.
Ma andiamo alla partita. Le squadre scendono in campo sotto l’assordante tifo terracinese, che poco prima dell’inizio del match ha tributato una vera e propria ovazione al suo ex-capitano Roberto Pasquali, il quale risponde con una emozionante corsa verso la curva in segno di riconoscenza.
Dopo una brevissima fase di studio, il Terracina si porta in vantaggio dopo due minuti grazie al sinistro sotto misura di Bruno Malias, che raccoglie un cross perfetto del suo connazionale Bruno Xavier. Passa solo un minuto, e il Terracina riesce ad incrementare il suo vantaggio con una bella azione di Stèphane François che trafigge l’incolpevole Del Mestre. Tre minuti e Terracina avanti due a zero, ma proprio mentre tutto lascia presagire ad un pomeriggio di festa per la formazione allenata da Mister Del Duca, ecco che Diego Armando Maradona jr accorcia le distanze e permette al Colosseum di ritornare in gara.
Partita dai ritmi infernali. Passano infatti soltanto pochi minuti e Frainetti, il “Pibe de Oro” della Beach Academy Terracinese, con caparbietà riesce a sfruttare una disattenzione della difesa capitolina e a portare a tre le marcature della compagine terracinese.
I bluverdeoro del Colosseum però non ci stanno, e questa volta Pasquali deve dare un dispiacere alla “sua” Terracina. Il “Re Leone” non esulta, ma è una rete di fondamentale importanza per i ragazzi di Della Negra, che riescono a rifarsi sotto. Solo per pochi minuti però. Il 4-2 Terracinese arriva un minuto dopo, e porta la firma in calce del bomber locale Palmacci, che riesce a rubare palla a Del Mestre e a depositare nella porta ormai sguarnita. Il primo tempo sta per andare in archivio, quando Frainetti stende Di Maio in area e regala la possibilità al Colesseum di chiudere la prima frazione di gioco con un solo gol di svantaggio. Di Maio realizza con freddezza il calcio di rigore e rimette in partita i suoi.
Nel secondo tempo le squadre si prendono dodici minuti di pausa. Bruno Xavier è ben marcato da Roberto Pasquali, Soria invece, non riesce a trovare la via del gol grazie ad un perfetto François. Nel secondo periodo c’è da segnalare soltanto qualche parata del neo-entrato Marconato nelle fila dell’Active Network.
È nel terzo tempo che il Terracina incrementa il suo vantaggio mettendo la parola “fine” al discorso qualificazione. Pronti via ed è l’uno-due firmato da François e Bruno Malias a spalancare le porte della finale al Terracina e a tagliare definitivamente le gambe al Colosseum, per la gioia del pubblico di casa.
Nel finale Maradona jr prova inutilmente ad accorciare le distanze, ma ormai è troppo tardi. Terracina è pronta a festeggiare l’ingresso in finale scudetto per il secondo anno di fila.

Al fischio finale, l’entusiasmo del popolo terracinese è alle stelle. Domani i locali avranno l’occasione di centrare una storica doppietta. Finale Viareggio-Terracina, e allora…Fuori i secondi!

Condividi
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma. Email: lsavarese@mondosportivo.it