Luxemburgo tuona: via Dinho

Tempi difficili per Ronaldinho. Oltre alla storia legata agli stipendi non pagati da parte del suo attuale club, il Flamengo, e alle continue voci di mercato che lo vedrebbero di ritorno in Europa, nuovi problemi si delineano all’orizzonte per l’ex Barcellona e Milan. Ad avercela con Dinho questa volta è il suo allenatore Vanderlei Luxemburgo che lo vorrebbe fuori dal club rubronegro.

L’ex tecnico della nazionale brasiliana accusa da sempre il suo calciatore di condurre una vita poco professionale, trascorsa tra eccessi e comportamenti poco ortodossi e non da atleta. Tant’è che negli ultimi tempi, il tecnico ha messo in atto una vera e propria campagna di spionaggio, stile “Grande Fratello”, per testimoniare alla presidentessa Amorim le accuse mosse contro l’attaccante carioca.

L’ultima goccia di un rapporto travagliato ha fatto letteralmente esplodere Luxemburgo, che ha chiesto l’immediato allontanamento dell’ex milanista. Nello specifico, durante il ritiro del Flamengo, Ronaldinho è stato immortalato dalle registrazioni delle telecamere di un albergo, mentre, a tarda sera, era in compagnia di una donna e di alcune bottiglie di alcol.

Una situazione decisamente esplosiva quella che sta vivendo il club di Rio, tra difficoltà economiche e polemiche interne. Comunque, la già citata presidentessa tende ancora a difendere il suo giocatore, contribuendo ad aumentare le preoccupazioni ed il nervosismo di Luxemburgo, giunto ormai ad un vero out out tra lui e l’ex marziano.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.