Il Sassuolo s’illude, ma non batte un Milan molle e deconcentrato: al Mapei finisce 3-3

-

Dal nostro inviato a Reggio Emilia

Il Sassuolo per crederci ancora, il Milan, con ampio turnover, sulla strada per l’Olimpico, per ritrovarsi dopo la sconfitta nell’andata di Europa League: sentimenti diversi, insomma, al Mapei Stadium. La partita, che vede i padroni di casa in vantaggio 2-1 alla fine della prima frazione, si chiude con un 3-3 che, alla fine, non serve a nessuno.

Si comincia con i rossoneri che provano a prendere in mano l’incontro, ma i neroverdi vanno subito in gol, al 4′: Pinamonti, tutto solo in mezzo all’area, insacca senza problemi, dopo un velo di Thorstved, ma le responsabilità della retroguardia milanista sono evidenti. Al 10′ raddoppio neroverde: fuga sulla destra di Laurienté, che si vede respinta da Sportiello la prima conclusione, per poi insaccare sulla seconda palla. Il Milan la riapre al 20′ con Leão: il portoghese scende sulla sinistra, si accentra e gela Consigli con un diagonale sul secondo palo. I rossoneri provano a cercare il pari, ma la loro azione è caotica e discontinua, e permette così ai padroni di casa di difendersi tutto sommato con ordine, nonostante qualche spavento, e di mettere talvolta il naso nei sedici metri ospiti. Nel finale della prima frazione, i rossoneri, in forcing, impegnano Consigli, che si fa trovare pronto, mentre Hernández, da buona posizione, manda la sfera sull’esterno della rete.

Si riparte, e il Sassuolo fa il terzo. Bella discesa sulla destra di Defrel, che pesca Laurienté, tutto solo in mezzo all’area. Il sinistro dell’attaccante neroverde non perdona, ed è 3-1. Il Milan risponde con Jović al 59′, abile a insaccare una seconda palla, mentre Chukwueze si vede annullare una rete per fuorigioco millimetrico al 63′, analogamente a quanto accaduto nella prima frazione. Come nella prima frazione, il Milan fa la partita, ma i padroni di casa giocano con un’altra mentalità, seppure siano inferiori dal punto di vista della tecnica individuale. Al 78′ Pulisic ci prova da buona posizione, ma Consigli è attento. Il finale di partita vede il Milan in avanti, alla ricerca del gol. E lo trova il nuovo entrato Okafor, pronto a scaraventare nel sacco, all’83’, un pallone servitogli da Gabbia. Lo stadio è una bolgia, e Giroud fallisce il gol del vantaggio da ottima posizione, all’86’. L’arbitro concede 5′ di recupero, che vedono il Milan provarci ancora, ma senza successo: e il pareggio, alla fine, non serve a nessuno.

SASSUOLO-MILAN 3-3 (2-1)

Sassuolo (4-3-3-): Consigli 7; Tolian sv (9′ Tressoldi 6), Erlić 6, Ferrari 6, Viti 6.5; Boloca 6 (77′ Racić 6), Obland 6.5, Thortsved 6 (62′ Henrique 6); Laurienté 7,5, Pinamonti 6.5, Volpato 6.5 (46′ Defrel 6). A disp.: Pegolo, Cragno; Missori, , Henrique, Mulattieri, Bajrami, Ceide, Kumbulla, Lipani, Doig. All.: Ballardini 6.5
Milan (4-1-4-1): Sportiello 6; Florenzi 5.5, Kjaer, 4 (55′ Gabbia 6), Thiaw 5.5, Hernández 6; Adli 5 (82′ Okafor 6.5); Chukwueze 6.5 (65′ Pulisic 6), Musah 5 (55′ Giroud 5), Loftus-Cheek 5 (55′ Reijnders 6), Leão 6.5; Jović 5.5. A disp.: Nava, Reveyre; Bennacer, Calabria, Okafor, Terracciano, Tomori, Zeroli. All.: Pioli 5
Arbitro: Massa (Imperia)
Marcatori: 4′ Pinamonti (S), 10′ Laurienté (S), 20′ Leão (M), 53′ Laurienté (S)
Note – Ammoniti: 19′ Ferrari, 70′ Pinamonti (S); 68′ Thiaw (M) 

Silvano Pulga
Silvano Pulga
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.

MondoPallone Racconta… Trovare l’America: da Chinaglia a Giovinco

Durante questi giorni di calciomercato invernale, è stato ufficializzato il passaggio di Sebastian Giovinco dalla Juventus ai Toronto FC, previsto per fine stagione. Fa...
error: Content is protected !!