Fiorentina e Udinese si dividono la posta al Franchi

-

Pari ricco di gol tra Fiorentina e Udinese. I toscani regalano un tempo agli avversari, nella ripresa l’ingresso di Arthur Melo e Faraoni danno più equilibrio all’undici viola e il neoacquisto si presenta con un assist vincente per la testa di Beltran. Le emozioni si alternano, l’Udinese torna avanti, Nzola dal dischetto riporta il pareggio e nel finale Bonaventura colpisce il palo del possibile 3-2.  Nell’undici di Italiano in rete nella stessa partita i due attaccanti Beltran-Nzola.

Le vertigini colpiscono ancora una volta la Fiorentina. Raggiunto il quarto posto, la compagine gigliata è caduta in quel di Reggio Emilia la scorsa settimana e oggi ha rischiato di capitolare di nuovo contro una raggiante Udinese. La squadra di Italiano pecca totalmente l’approccio alla partita contro i friulani complice una formazione titolare priva sia di Arthur Melo che di Maxime Lopez. Una scelta tecnica non proprio impeccabile, salta la cabina di regina viola in difficoltà con la palla tra i piedi, priva di idee tra reparti staccati e gli esterni Brekalo e Ikoné praticamente nulli. Kayode va in affanno contro il muro eretto da Kamara e gioca la sua peggior partita della stagione. Dopo dieci minuti gli ospiti colpiscono: una palla persa da Mandragora innesca la ripartenza udinese, Quarta e Ranieri non riescono a fermare l’avanzata avversaria e Lovric è bravo a segnare. Terracciano evita il peggio più avanti impegnandosi su Lovric e Pereyra e mantenendo la sua squadra sotto di un solo gol.

Nella ripresa Italiano corre ai ripari inserendo Arthur Melo e facendo esordire il neoacquisto Faraoni. I cambi si dimostrano azzeccati. Con Arthur i toscani acquistano maggior personalità e geometrie a centrocampo. Faraoni invece pesca un cross preciso per la testa di Beltran, che segna da attaccante vero. Nel miglior momento della Fiorentina, però, una disattenzione di Biraghi scatena l’offensiva ospite con Thauvin che sorprende Terracciano per il raddoppio bianconero. Una doccia fredda in una partita che sembrava in pieno controllo della formazione di casa. La reazione viola si fa sentire nel finale e un tocco di mano netto su un tiro di Beltran permette a Nzola di riportare in equilibrio il match. Nel finale c’è anche la possibilità di triplicare: Nzola spizza di testa, Bonaventura controllare e poi spedisce sul palo a Okoye battuto. Meglio così, la sconfitta sarebbe stata davvero troppo per questa Udinese, uscita dal campo con il rammarico di aver calato di tono al rientro dagli spogliatoi. La Fiorentina saluta momentaneamente il campionato e si getta con la testa all’avventura saudita di Supercoppa.

Pagelle Fiorentina: Terracciano 6.5, Kayode 5, Quarta 6, Ranieri 6, Biraghi 5.5, Duncan 5.5, Mandragora 6, Bonaventura 6.5, Ikoné 5.5, Brekalo 5, Beltran 6.5. Dalla panchina: Faraoni 6.5, A.Melo 6.5, Nzola 6, Barak sv, Milenkovic sv.

 

Elia Modugno
Elia Modugno
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.

MondoPallone Racconta… Tutti in ritiro!

  Il pessimo inizio di stagione del Milan ha portato la dirigenza rossonera a rispolverare un vecchio rimedio per riacquistare concentrazione e cattiveria agonistica: il...
error: Content is protected !!