Australia 2023 – Giappone-Svezia 1-2, svedesi in semifinale

-

Proseguono i quarti di finale dei Mondiali Femminili di calcio 2023 che si stanno disputando in Australia e Nuova Zelanda e questa volta a fronteggiarsi sono Giappone e Svezia: la squadra nipponica è irriconoscibile e viene battuta dalle svedesi con le reti di Ilestedt e Angeldal su rigore. Inutile la rete nel finale di Hayashi. La prima semifinale sarà Svezia-Spagna.

Le prime battute di gioco vedono il Giappone comandare la gara e la Svezia tentare di agire di rimessa: le nipponiche con una fitta rete di passaggi cercano di liberare le proprie attaccanti nella folta metà campo svedese ma le scandinave sono sempre pericolose con il loro terminale d’attacco Blackstenius. Al 32′ la gara viene sbloccata proprio dalle svedesi con Ilestedt, che decide una mischia in area con un tiro forte e ravvicinato: dalla rete la Svezia prende coraggio e spinge con più decisione in attacco centrando anche un palo, mentre le giapponesi sbagliando tanto soprattutto a livello tecnico e individuale.

La ripresa comincia con un gran tiro di Kaneryd deviato fuori da Yamashita e con una revisione al VAR per un possibile fallo di mano di Nagano che porta a un calcio di rigore che Angeldal trasforma con freddezza spiazzando completamente il portiere giapponese. Dopo un periodo in cui il Giappone sembra in bambola, la squadra asiatica comincia a dare segnali di vita e Fujino impegna severamente Musovic: le giapponesi guadagnano un calcio di rigore per fallo in area di Janogy su Ueki, ma dal dischetto la stessa Ueki centra la traversa e la palla rientra in campo. Il Giappone continua la sua pressione e dopo una traversa e un palo presi da Fujino accorciano le distanze con Hayashi, abile a ribadire in rete una palla vagante in area.

GIAPPONE-SVEZIA 1-2 (0-1)

Giappone (3-4-3): Yamashita; Minami, Kumagai, Takahashi (90+2′ Hamamo); Shimizu, Sugita (46′ Endo), Nagano (80′ Hayashi), Hasegawa; Miyazawa (80′ Seike), Tanaka Mi. (52′ Ueki), Fujino. A disp.: Tanaka Mo., Hirao, Miyake, Naomoto, Moriya, Chiba, Ishikawa, All. Ikeda.
Svezia (4-5-1): Musovic; Andersson, Eriksson, Ilestedt, Bjorn; Asllani (72′ Hurtig), Angeldal, Rolfo (72′ Janogy), Kaneryo (84′ Jakobsson), Rubensson (84′ Bennison); Blackstenius. A disp.: Falk, Enblom, Sembrant, Lennartsson, Sandberg, Blomqvist, Seger, Schough. All. Gerhardsson.
Arbitro: Staubli (SWI)
Marcatrici: 32′ Ilestedt (SWE), 51′ rig. Angeldal (SWE), 87′ Hayashi (JAP)
Note-Ammonite: Ueki (JAP)

Stefano Pellone
Stefano Pellone
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.

I dieci incubi del tifoso della Lazio

La propria squadra del cuore, si sa, oltre alle gioie provocate per un gol o una vittoria, riesce a regalare ai propri tifosi anche...
error: Content is protected !!