Verso Australia 2023 – Le nazionali partecipanti: Stati Uniti

-

Manca sempre meno al via dei Mondiali Femminili di Australia e Nuova Zelanda 2023 ed è arrivato il momento di conoscere tutte le 32 protagoniste dell’evento più atteso per il calcio in rosa: con due appuntamenti quotidiani, analizzeremo nel dettaglio la storia nei Mondiali, il percorso durante le qualificazioni e le qualità ruolo per ruolo delle Nazionali arrivate alla fase finale del torneo. Oggi tocca agli Stati Uniti.

PRECEDENTI NEI MONDIALI – Attualmente al primo posto del Ranking FIFA, The Stars and Stripes, guidata dal tecnico macedone Vlatko Andonovski, sono alla loro nona partecipazione alla fase finale di un Mondiale, avendo vinto quattro delle scorse edizioni di cui la precedente del 2019 in Francia.

IL PERCORSO VERSO AUSTRALIA 2023 – Gli Stati Uniti sono uno dei sei paesi della CONCACAF a essersi qualificato a Australia 2023. Le americane hanno vinto la CONCACAF Women’s Championship 2022 battendo di misura in finale il Canada con una rete su rigore di Alex Morgan, attaccante del San Diego Wave e capocannoniera del percorso con 3 reti.

DIFESA – In porta ci sarà Alyssa Naeher dei Chicago Red Stars mentre la difesa sarà a tre con Sofia Huerta dell’OL Reign, Naomi Girma dei San Diego Wave e Kelley O’Hara dei NJ/NY Gotham, con primo cambio la veterana Crystal Dunn dei Portland Thorns.

CENTROCAMPO – La linea di centrocampo sarà a quattro e sarà guidata da Julie Ertz degli Angel City e Lindsey Horan che gioca in Francia nell’Olympique Lione, insieme a Ashley Sanchez dei Washington Spirit e Savannah DeMelo dei Racing Louisville, con Rose Lavelle dei Washington Spirit pronta a subentrare.

ATTACCO – Il tridente d’attacco dovrebbe essere composto da Lynn Williams dei NJ/NY Gotham, Alyssa Thompson degli Angel City e Sophia Smith dei Portland Thorns, con le due storiche giocatrici Alex Morgan dei San Diego Wave e Megan Rapinoe degli OL Reign che scalpitano per scendere in campo.

IL COMMISSARIO TECNICO – Ex difensore centrale che ha militato in squadre come FK Rabotnički, Makedonija GP e FK Vardar, gareggiando nella First Macedonian Football League, nella Coppa dei Campioni e nella Coppa Intertoto, Vlatko Andonovski ha allenato squadre di club come Missouri Comets, FC Kansas City e Reign FC prima di allenare dal 2019 la nazionale femminile americana.

LA STELLA – Ci sembra giusto premiare Megan Rapinoe, attaccante 38enne degli OL Reign al suo ultimo mondiale (ha annunciato il suo ritiro dopo queste ultime gare) che è stata a dir poco seminale nella storia del calcio femminile americano con le sue lotte che le hanno permesso di ricevere nel 2022 la Presidential Medal of Freedom da Joe Biden.

PUNTI DI DEBOLEZZA – Può una nazionale come gli Stati Uniti avere dei punti di debolezza? Le americane non hanno perso una sola amichevole in questo 2023 e sembrano tornate ad essere uno schiacciasassi, nonostante segnino meno rispetto ad anni fa: il ricambio generazionale che le statunitensi hanno attuato potrebbe generare qualche problema soprattutto in attacco.

FORMAZIONE TIPO – (3-4-3): Naeher; Huerta, Girma, O’Hara (Dunn); Ertz, Horan, Sanchez, DeMelo (Lavelle); Williams, Thompson (Morgan), Smith (Rapinoe).

OBIETTIVI E PROSPETTIVE – Pochi fronzoli, le americane sono serie pretendenti al titolo: il girone non dovrebbe essere un problema e non credo lo siano neanche gli ottavi, dove potremmo avere la sfortuna di incontrarle sulla nostra strada. Credo che l’obiettivo americano minimo siano le semifinali.

Stefano Pellone
Stefano Pellone
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.

MondoPallone Racconta… Fuorigioco: George Best

The greatest player to ever pull on the green shirt of Northern Ireland / Il più grande giocatore che abbia indossato la maglia verde...
error: Content is protected !!