Triay e Ortega, una splendida prima volta: a Roma vincono il primo torneo femminile Premier Padel

-

Gemma Triay e Marta Ortega trionfano al BNL Italy Major Premier Padel. La coppia spagnola si aggiudica il “derby” contro le connazionali Josemaria e Sanchez e conquista il Major romano, che segnava l’esordio del torneo femminile nel circuito di padel più importante e prestigioso del mondo. Nata da poco più di un mese, la coppia formata da Triay e Ortega ha sconfitto le numero 1 del mondo al termine di tre set giocati su alti livelli e tiratissimi, dopo 2 ore e 47 minuti di gioco: 6-3, 3-6, 7-5 il risultato finale davanti a un Campo Centrale gremito e in festa.

Triay e Ortega partono alla grande e chiudono il primo set abbastanza agevolmente, 6-3. La reazione di Josemaria e Sanchez non tarda ad arrivare e le due campionesse, che inseguivano il titolo numero 10 in questo 2023, riescono a portare la sfida al set decisivo, chiudendo con lo stesso punteggio. Nella partita decisiva arrivano i fuochi di artificio. Le spagnole numero due del tabellone scattano 4-1 e sembrano poter facilmente mettere le mani sul titolo, ma Josemaria e Sanchez “arpionano” prima il 4-4 e poi il 5-5, prima del break decisivo al dodicesimo gioco e il successo 7-5 della coppia numero 2 del seeding.

Alla fine abbracci e lacrime per Ortega e Triay, quest’ultima romana d’adozione e da molti considerata la più forte giocatrice di sinistra al mondo. “Sono veramente felicissima, è incredibile giocare qui, in Italia”, le parole in italiano di Gemma Triay, “Ho ancora la pelle d’oca, questa è una finale storica, la prima finale del Premier Padel, è la prima finale che vinciamo insieme, è la prima volta che battiamo Ari e Paula che stanno facendo una stagione incredibile. Se oggi abbiamo vinto è perchè abbiamo giocato benissimo, sono veramente felice: voglio ringraziare tutti, è stata una settimana incredibile. Speriamo di poterci vedere di nuovo il prossimo anno, baci a tutti”.

“Grazie per sostenerci, è stata una settimana incredibile”, le ha fatto eco Ortega, “Penso che sia il miglior momento della mia vita e della mia carriera, questo torneo era davvero molto importante per noi e se ieri abbiamo realizzato un sogno, immaginate oggi. Non ho parole…voglio congratularmi con le avversarie, che stanno facendo una grande stagione. E’ stata una finale veramente molto difficile, voglio ringraziare anche il nostro team che ha fatto un grande lavoro in poco tempo. E’ un piacere giocare te Gemma, sei fantastica. Questo trofeo lo dedico a Maxi (l’allenatore, ndr), che mi sostiene e a prescindere da cosa accade è dalla mia parte. E ovviamente alla mia famiglia, i miei genitori sono qui e sono i migliori!”.

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

I dieci incubi del tifoso dell’Inter

La propria squadra del cuore, si sa, oltre alle gioie provocate per un gol o una vittoria, riesce a regalare ai propri tifosi anche...
error: Content is protected !!