Verso Australia 2023 – Le nazionali partecipanti: Giappone

-

Manca sempre meno al via dei Mondiali Femminili di Australia e Nuova Zelanda 2023 ed è arrivato il momento di conoscere tutte le 32 protagoniste dell’evento più atteso per il calcio in rosa: con due appuntamenti quotidiani, analizzeremo nel dettaglio la storia nei Mondiali, il percorso durante le qualificazioni e le qualità ruolo per ruolo delle Nazionali arrivate alla fase finale del torneo. Oggi tocca al Giappone.

PRECEDENTI NEI MONDIALI – Attualmente all’undicesimo posto del Ranking FIFA, la Nadeshiko Japan, guidate dal tecnico nipponico Futoshi Ikeda, sono alla loro nona partecipazione alla fase finale di un Mondiale, avendo vinto l’edizione 2011 che si disputò in Germania.

IL PERCORSO VERSO AUSTRALIA 2023 – La Giamaica è una delle sei squadre della AFC a essersi qualificate a Australia 2023. Il percorso delle giapponesi ha visto le isolane arrivare in semifinale nella Coppa d’Asia Femminile 2022 perdendo ai rigori contro la Cina. La capocannoniera del percorso è stata l’attaccante del Nippon TV Beleza Riko Ueki, autrice di 5 reti.

DIFESA – La porta sarà difesa da Ayaka Yamashita degli INAC Kobe Leonessa con la difesa che di solito si schiera a 5: al centro troviamo il capitano Saki Kumagai che milita nella Roma con al fianco la compagna di squadra Moeka Minami e Risa Shimizu del West Ham, mentre sulle fasce agiranno Shiori Miyake degli INAC Kobe Leonessa e Hana Takahashi degli Japan Urawa Reds.

CENTROCAMPO – Il centrocampo dovrebbe schierarsi a quattro, guidato da Yui Hasegawa del Manchester City con al suo fianco Hina Sugita che milita nei Portland Thorns. Sulle fasce dovrebbero agire Hikaru Naomoto degli Urawa Reds e Fuka Nagano del Liverpool, con Jun Endo dell’Angel City FF primo rincalzo.

ATTACCO – In attacco sarà ballottaggio tra la già citata Riko Ueki e Mina Tanaka degli INAC Kobe Leonessa: nel caso di due punte, se non dovesse giocare Yui Hasegawa in fase avanzata, la terza scelta sarebbe Remina Chiba che milita nel JEF United Chiba.

IL COMMISSARIO TECNICO – L’allenatore del Giappone è Futoshi Ikeda, ex calciatore giapponese, di ruolo difensore, dal 2017 responsabile tecnico delle nazionali giovanili femminili giapponesi Under-19 e Under-20 e dal 2021 allenatore della Nazionale maggiore nipponica al posto di Asako Takakura.

LA STELLA – La scelta ricade su Riko Ueki, detta Bunny, attaccante del Nippon TV Beleza che è stata costretta a saltare il suo primo Mondiale “serior”, dopo una lunga militanza nelle nazionali giovanili giapponesi, a causa un infortunio, venendo sostituita da Saori Takarada. Ora avrà l’occasione per farsi vedere.

PUNTI DI DEBOLEZZA – Il Giappone ha da poco cominciato un grande e profondo rinnovamento della rosa, che ha portato ad abbassare l’età ma anche a perdere posizioni nel ranking mondiale: solo otto giocatrici giocano fuori patria e la mancanza di esperienza internazionale potrebbe alla lunga pesare.

FORMAZIONE TIPO – (4-5-1): Yamashita; Kumagai, Minami, Shimizu, Miyake, Takahashi; Hasegawa, Sugita, Naomoto, Nagano (Endo); Ueki (Tanaka).

OBIETTIVI E PROSPETTIVE – Il Giappone si trova nel Gruppo C insieme a Spagna, Costa Rica e Zambia: reputiamo che non avrà problemi a superare il turno ma da lì in poi è tutta un’incognita, viste le motivazioni esposte sopra. Vediamo dove la Nadeshiko arriverà.

Stefano Pellone
Stefano Pellone
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.

MondoPallone Racconta… Genoa tricolore, nonostante la Prima Guerra Mondiale

Cento anni fa, il campionato italiano di calcio 1914-15 venne interrotto a causa del primo conflitto mondiale. Il nostro Paese entrò in guerra e...
error: Content is protected !!