Verso Australia 2023 – Le nazionali partecipanti: Haiti

-

Manca sempre meno al via dei Mondiali Femminili di Australia e Nuova Zelanda 2023 ed è arrivato il momento di conoscere tutte le 32 protagoniste dell’evento più atteso per il calcio in rosa: con due appuntamenti quotidiani, analizzeremo nel dettaglio la storia nei Mondiali, il percorso durante le qualificazioni e le qualità ruolo per ruolo delle Nazionali arrivate alla fase finale del torneo. Oggi tocca ad Haiti.

PRECEDENTI NEI MONDIALI – Attualmente all 53esimo posto del Ranking FIFA, Les Grenadières, guidate dal tecnico Nicolas Delépine, sono alla loro prima partecipazione in assoluto alla fase finale di un Mondiale.

IL PERCORSO VERSO AUSTRALIA 2023 – Haiti è una delle sei squadre della CONCACAF a essersi qualificate a Australia 2023. Il percorso delle haitiane ha visto le isolane vincere il gruppo B dei playoff per le qualificazioni mondiali, prima battendo per 4-0 il Senegal e poi sconfiggendo il Cile con una dopppietta della centrocampista dell’Olympique Lione Melchie Daëlle Dumornay.

DIFESA – In porta ci sarà ballottaggio tra Kerly Théus del FC Miami City, Nahomie Ambroise dei Little Haiti FC e Lara Larco del Georgetown Hoyas, con preferenza verso la prima. La linea di difesa dovrebbe essere a 4, con al centro Chelsea Surpris del Grenoble e Ruthny Mathurin dei Louisiana Ragin’ Cajuns, mentre sulle fasce divrebbero imperversare Kethna Louis del Reims e Milan Pierre-Jérôme dei George Mason Patriots. Il primo cambio dovrebbe essere Maudeline Moryl del Grenoble.

CENTROCAMPO – Il centrocampo dovrebbe schierarsi a tre, con al centro Sherly Jeudy del Grenoble e come compagne di reparto la sua compagna di squadra Jennyfer Limage e la giocatrice del Reims Melchie Dumornay, con Roseline Éloissaint pronta a subentrare.

ATTACCO – In attacco ci sarà il tridente composto da Roselord Borgella del Dijon, Batcheba Louis del Fleury e il capitano Nérilia Mondésir del Montpellier.

IL COMMISSARIO TECNICO – L’allenatore di Haiti è l’ex calciatore del Grenoble Nicolas Michel Gregory Delépine, che ha precedentemente allenatore le formazioni femminili francesi di Nantes, Montpellier, Guingamp e Grenoble prima di essere scelto come CT della nazionale haitiana femminile e portarle alla loro prima storica qualificazione.

LA STELLA – La scelta ricade su Nérilia Mondésir, giocatrice del Montpellier che ha segnato frotte di gol in qualunque rappresentativa nazionale abbia mai giocato, tanto da guadagnarsi il soprannome di Nerigol. Il mondiale sarà una grandissima occasione per la 24enne per farsi conoscere.

PUNTI DI DEBOLEZZA – La nazionale di Haiti è alla sua prima partecipazione ufficiale a un Mondiale e anche se moltissime sue calciatrici militano in tantissimi club francesi, manca molta esperienza internazionale che soprattutto in un girone complicato come quello della haitiane potrebbe fare la differenza.

FORMAZIONE TIPO – (4-3-3): Théus; Surpris, Mathurin, Louis, Pierre-Jérôme (Moryl); Jeudy, Limage, Dumornay (Éloissaint); Borgella, Louis, Mondésir.

OBIETTIVI E PROSPETTIVE – Haiti si trova in un girone sulla carta impossibile per lei: al di là delle fresche campionesse d’Europa dell’Inghilterra e delle solide giocatrici della Danimarca, c’è anche la Cina campione d’Asia 2022. Sarò durissima.

Stefano Pellone
Stefano Pellone
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.

MondoPallone Racconta… Hillsborough, per non dimenticare

Il 15 aprile 1989 si verificò l'evento più tragico nella storia del calcio inglese, uno dei più terribili mai registrati. Allo stadio Hillsborough di...
error: Content is protected !!