A Roma il meglio del padel mondiale e lo storico esordio delle donne

-

Il meglio del padel mondiale e, per la prima volta nella storia del Premier Padel, anche al femminile. Il BNL Italy Major Premier Padel sarà uno spettacolo mai visto. Da sabato 8, giorno in cui inizieranno le qualificazioni, a domenica 16, nove giorni di show assoluto al Foro Italico: Roma sarà il centro del mondo con la pala in mano. Main draw maschile a 56 coppie, femminile a 48, con sette campi (compreso il Centrale) pronti a ospitare un evento attesissimo e che riparte dai 6.500 spettatori della finale del maggio 2022 vinta da Galan e Lebron sulla Grand Stand Arena. E proprio a Roma si riformerà la coppia dei sogni, dopo l’infortunio che ha tenuto Lebron lontano dai campi. Quello di Roma è uno dei quattro tornei più importanti del mondo, assieme a Doha, Parigi e Monterrey, e il primo dei due Premier in programma in Italia: l’altro sarà il Premier Padel P1 di Milano.

“Vorrei ringraziare la Federazione Italiana tennis e padel e il suo presidente Binaghi, Sport e Salute con il presidente Cozzoli e il dg Diego Nepi Molineris – le parole del presidente della FIP, Luigi Carraro -. Davvero anche quest’anno tutte e due le strutture stanno organizzando un evento che sarà straordinario. Nel 2022 il torneo di Roma ha scritto la storia del nostro sport: quest’anno il torneo di Roma apre una nuova era. Perché sarà il primo torneo della storia combined, avremo quindi tutti i migliori giocatori come lo scorso anno e ora anche tutte le migliori giocatrici del tour mondiale. È la prima volta, è qualcosa su cui abbiamo lavorato tantissimo: le donne macavano al pubblico e alle donne mancava di venire a giocare a Roma. Tutti i giocatori e le giocatrici sono entusiasti di venire. Il torneo di Roma ha un’altra caratteristica, al giorno d’oggi è il torneo con il prize money più alto nella storia del mondo del padel, 875mila euro complessivi. Qualcosa che era inimmaginabile fino a poco tempo fa. Stiamo andando nelle location più belle del mondo, abbiamo fatto otto tornei lo scorso anno, quest’anno ne faremo probabilmente nove, l’anno prossimo iniziamo il calendario completo con 24 tornei. I nostri tornei sono trasmessi in 187 Paesi: la Champions League di calcio in 205. Per noi è una grande soddisfazione, il padel strumento di promozione unico. Il padel sta crescendo molto e in tutto il mondo, proprio domenica abbiamo concluso la prima storica partecipazione della nostra disciplina a una manifestazione organizzata da una istituzione olimpica, i Giochi Europei. L’Italia e il padel mondiale hanno ottenuto risultati straordinari e fantastici, 128 giocatori provenienti da 24 nazioni, e abbiamo distribuito nove medaglie: cinque alla Spagna, tre all’Italia e una al Portogallo. A dimostrazione che prima si diceva che oggi non ci sono più solo Spagna e Argentina: vorrei fare i complimenti alla Federazione italiana, perché l’Italia è il Paese dove il padel cresce di più e meglio. Perché la crescita è accompagnata da una struttura, a tutti i livelli. La Federazione italiana per noi è un modello che cerchiamo di replicare ed esportare, perché posso dirvi che se gli altri Paesi faranno lo stesso lavoro che si è fatto in Italia vi assicuro che la crescita del padel è destinata non solo a non finire mai, ma a continuare sempre”.

“Siamo entusiasti di tornare a Roma per il secondo Major della stagione di Premier Padel in questa splendida città – ha dichiarato Ziad Hammoud, membro del Consiglio Direttivo di Premier Padel -. È anche un momento storico perché per la prima volta Premier Padel includerà il tabellone maschile e quello femminile, per un totale di 134 partite giocate durante il torneo, un numero mai visto prima. Questo porterà a un record di pubblico, superando il già impressionante dato di 22.500 spettatori dello scorso anno. Siamo grati del supporto dei nostri partner, degli sponsor e degli atleti che rendono il torneo il primo di una lunga serie per continuare a far crescere il padel a livello mondiale”.

“Il torneo arriva per la prima volta al Campo Centrale e avremo un nuovo title sponsor, la BNL, oltre a giocatori e giocatrici in crescita, che iniziano ad affermarsi – ha proseguito il presidente della FITP Angelo Binaghi -. In Italia il padel non conosce limiti e confini e siamo passati dalla fase della promozione alla fase di sviluppo tecnico, applicando al padel il sistema che ci ha reso famosi nel tennis. Abbiamo coinvolto le scuole medie e superiori con 20mila studenti, riconosciuto 405 nuove scuole di padel certificate, creato 15 centri tecnici periferici dove vengono seguiti più di mille giovani. E stiamo cominciamo a finanziare l’attività dei nostri migliori giovani. Riguardo al torneo i primi riscontri sono ottimi, l’attesa cresce e con l’attesa anche la prevendita: è aumentata del 70% anno su anno, abbiamo venduto più di 10mila biglietti. Lo scorso anno la dimensione del successo fu totalmente inaspettata, anche noi non ci aspettavamo un successo di pubblico così grande, quest’anno puntiamo naturalmente a superarla. Ringraziamo il Dipartimento per lo Sport, che ci sostiene nell’organizzazione di questa manifestazione, e Luigi Carraro e la FIP che hanno dato alla federazione e al Paese questa grande opportunità”. Binaghi ha anche annunciato le wild card: tra gli uomini Cremona-Cassetta, Sinicropi-Graziotti, Di Giovanni-Cattaneo e Jensen-Jensen, tra le donne Tommasi-Baldi e Ligotti-Castro Vilela.

In un anno, la crescita è stata spaventosa.  “Nel 2022 definimmo il torneo una scommessa: è una scommessa che oggi, posso dirlo, abbiamo vinto, anzi stravinto – le parole del presidente e a.d. di Sport e Salute, Vito Cozzoli -. Al di là dei record, la prova di Roma è stata la più bella del circuito mondiale. Non solo per la location del Foro Italico, unica al mondo, ma soprattutto per contesto, passione ed entusiasmo del pubblico, che è stato straordinario e ha trascinato le performance dei giocatori. I complimenti ci fanno piacere, per Sport e Salute sono lo stimolo per fare ancora di più: il Major di Roma era un sogno inimmaginabile che si è invece realizzato”.

Il Parco del Foro Italico sarà il palcoscenico d’eccezione in una città straordinaria. “Un grande ringraziamento per l’ambizione che Biraghi, Carraro e Sport e Salute dimostrano – il commento di Alessandro Onorato, Assessore allo sport, al turismo, alla moda e ai grandi eventi di Roma Capitale -. Aiuta questa città a crescere ulteriormente. Da parte nostra ci sono totale complicità positiva e collaborazione costante, perché questi eventi siano un volano per la città e avvicinino i giocatori alla pratica sportiva. Lo scorso anno si parlava di padel-mania, quest’anno possiamo parlare di padel-certezza: abbiamo numeri impressionanti, a Roma c’è il 20 per cento della media dei praticanti di tutta l’Italia. E oltre 300 circoli hanno campi da padel. Lo svolgimento del torneo a luglio ci permetterà inoltre di de-stagionalizzare i flussi turistici”.

Numeri, quelli del padel nel Lazio, confermati dall’Assessore allo sport della Regione, Elena Palazzo: “Il padel è il vero motore trainante del Lazio, regione dove esistono circa 545 strutture e 1.800 campi. Ci fa capire quanto i cittadini del Lazio siano appassionati a questo sport, accessibile a tutti, divertente e veloce. La Federazione ha fatto bene a riconoscere il padel alla stregua del tennis: è stato davvero importante. Questo movimento e soprattutto questa edizione che oggi inauguriamo è davvero molto bella, per il ‘combined’ uomini-donne e per un pubblico sempre più vasto e appassionato. Ci ricorda che lo spettacolo dello sport agonistico non prevede distinzioni”.

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone Racconta… I play-off da Euro ’96 a oggi

Come sappiamo, Euro 2016 vedrà per la prima volta la partecipazione di 24 nazionali alla fase finale: una formula che permette sostanzialmente alla metà...
error: Content is protected !!