Il Lugano si fa rimontare in casa due reti dal Basilea nella ripresa: 2-2

-

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Il Lugano, a caccia della prima vittoria a Cornaredo nel 2023, trova il Basilea reduce dalle fatiche di coppa del giovedì. I ticinesi fanno bene nel primo tempo, chiudendo in vantaggio di due reti, grazie ai gol di Celar e Aliseda, e controllano anche per gran parte della ripresa l’avversario, ma subiscono nel finale il ritorno degli ospiti, che trovano il pareggio con le reti di Malles e Lang.

Si parte subito con un’occasionissima per il Lugano: contropiede di Steffen che, solo davanti a Hitz, mette in mezzo da posizione invitante. Sabbatini e Aliseda, soli, non trovano il tempo per insaccare. In questa fase sono i bianconeri a farsi preferire, mentre i renani appaiono sorpresi dall’intraprendenza dei padroni di casa. Al 21′ è ancora Steffen a partire di rimessa: questa volta il nazionale rossocrociato tenta la conclusione personale, ma il tiro è da dimenticare. Al 26′ da fuori area ci prova Bislimi: Hitz risponde sul proprio palo. Col passare dei minuti il Basilea prova a guadagnare metri, ma si espone così facendo alle micidiali ripartenze del Lugano. E, al 32′, i ticinesi passano: bellissima palla in profondità di Macek che pesca Celar, lanciato verso la porta avversaria. Lo sloveno controlla e, dal limite, fa secco Hitz, per il meritato vantaggio dei suoi. Ma non è finita: al 38′ lancio col contagiri di Sabbatini per Macek. Il ceco controlla, salta Vogel con un tunnel, e, in area sulla destra, vede Aliseda al centro: assist per l’argentino che insacca, toccando in anticipo sull’avversario diretto.

Si riparte, con Vogel che prova a inserire l’esperienza di Lang, tenuto a riposo nella prima frazione dopo le fatiche di Conference League. Il Basilea prova a prendere l’iniziativa, ma il Lugano tiene bene il campo, e non disdegna i tentativi di ripartenza. Vogel, che appare piuttosto nervoso in panchina, si gioca anche la cara Zeqiri, per provare a riequilibrare l’incontro. Al 74′ i rossoblù riaprono l’incontro: traversone dalla destra di Novoa Ramos che trova Males libero sul secondo palo: colpo di testa facile, e palla in rete. All’83’ il pareggio dei rossoblù: lo segna Lang, di testa, su azione da calcio d’angolo, indirizzando la sfera sul secondo palo, dove Saipi non può arrivare. All’87’ Steffen ha l’occasione per segnare, ma il suo colpo di testa ravvicinato trova il portiere avversario. Non accade più nulla nonostante i 4′ di recupero concessi dall’arbitro: per il Lugano un’altra partita in casa, nel 2023, senza vittorie.

LUGANO-BASILEA  X-X  (2-0)
Lugano (3-5-2): Saipi 6; Doumbia 6.5, Hajrizi 6, Hajdari 6.5; Macek 7 (84′ Espinoza sv); Sabbatini 6.5, Bislimi 5.5 (84′ Mai sv), Valenzuela 6.5; Steffen 6, Celar 7 (46′ Babic 5), Aliseda 6.5 (70′ Bottani 6). A disp.: Osigwe; Facchinetti, Nkama, Amoura. All.: Croci Torti 6
Basilea (4-1-4-1): Hitz 6.5; Lopez 6, Pelmard 6.5, Burger 6, Vogel 5 (46′ Lang 6.5); Xhaka 5.5; Males 6.5, Diouf 5.5 (46′ Calafiori 6), Amdouni 5.5 (68′ Novoa Ramos 6.5), Ndoye 5 (68′ Kade 6); Fink 5.5 (68′ Zeqiri 6). A disp.: Salvi; Millar. All.: Vogel 6.5 
Arbitro: Wolfensberger
Marcatori: 32′ Celar (L), 38′ Aliseda (L), 74′ Malles (B), 83′ Lang (B)
Note – Ammoniti: 90’+1 Hajrizi, 90’+4 Hajdari (L); 4′ Vogel, 31′ Xhaka, 42′ Burger, 68′ Fink, 90’+3 Lang (B)

Silvano Pulga
Silvano Pulga
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.

MondoPallone Racconta… Vardy e i bomber carneadi d’Inghilterra

Si è detto tutto e di più, in questa prima metà della stagione, sull'exploit straordinario del Leicester City guidato dall'italiano Claudio Ranieri. E sulle...
error: Content is protected !!