Fantacalcio Serie A 2022/23: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 22/a giornata

-

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi diamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Il campionato di Serie A procede spedito e già stasera è previsto l’anticipo della 22/a giornata: alle 20:45 a San Siro si giocherà Milan-Torino. Sabato saranno tre le sfide in programma: alle 15 Empoli-Spezia, alle 18 Lecce-Roma e alle 20:45 Lazio-Atalanta. Domenica si comincia con Udinese-Sassuolo (12:30), poi Bologna-Monza (15), Juventus-Fiorentina (18) e Napoli-Cremonese (20:45). Infine due posticipi di lunedì: Verona-Salernitana (18:30) e Sampdoria-Inter (20:45).
GLI SQUALIFICATI – Caldara, Ampadu, Maehle, Muriel, Rogerio, Lucumì, Igor, Mandragora, Leris.
GLI INFORTUNATI RECENTI – Ricci, Spinazzola, Pasalic, Soumaoro, Miretti, Okereke, Dessers.
IN DUBBIO – Bennacer, Ilic, Radonjic, Holm, Moutinho, Nzola, Maleh, Palomino, Zappacosta, Pereyra, Pinamonti, Arnautovic, Pogba, Castrovilli, Sottil, Lochoshvili, Benassi, Faraoni, Djuric, Gyomber, Gunter, Quagliarella.

LA TOP 11 (3-4-3) – Onana (Inter); Di Lorenzo (Napoli), Casale (Lazio), Doig (Hellas Verona); Strefezza (Lecce), Baldanzi (Empoli), Lor. Pellegrini (Roma), Orsolini (Bologna); Thauvin (Udinese), Vlahovic (Juventus), Ngonge (Hellas Verona). 
LA CERTEZZA – Una doppietta che sa tanto di liberazione. Dusan Vlahovic si è sbloccato, finalmente. Il serbo non segnava dalla 10/a giornata: quasi 4 mesi, un’eternità per un bomber come lui. A questo punto impossibile lasciarlo fuori anche perché domenica allo Stadium arriva proprio la Fiorentina, la squadra con la quale il brutto anatroccolo è diventato cigno. I fantallenatori che hanno puntato su di lui finalmente possono ricominciare a raccoglierne i frutti.
LA SORPRESA – Uno spezzone nella gara persa contro il Torino, ma ora per Florian Thauvin si prospetta addirittura una maglia da titolare. Sarà emozionato? Niente affatto, d’altronde il trentenne ex Marsiglia ha pur sempre una Coppa del Mondo nel proprio palmares. Ora il debutto alla Dacia Arena contro il Sassuolo: ci aspettiamo una sfida divertente con pochi tatticismi. L’ideale per risaltare le qualità del francese.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Musso (Atalanta); Dodo (Fiorentina), G. Ferrari (Sassuolo), Vasquez (Cremonese); Messias (Milan), Bourabia (Spezia), Linetty (Torino), Sabiri (Sampdoria); Petagna (Monza), Jovic (Fiorentina), Solbakken (Roma).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – In realtà, quest’anno, vera e propria certezza non lo è mai stato. Con la maglia viola doveva riscattare le ultime buie stagioni, ma a parte qualche isolato lampo, Luka Jovic finora ha deluso le attese. La Fiorentina è passata da Vlahovic a Jovic e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. In perenne ballottaggio con Cabral, l’ex Real Madrid ormai è una disgrazia per chi ci ha puntato.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Con Dybala, Abraham e Belotti a fargli concorrenza, era anche prevedibile che per Ola Solbakken ci sarebbe stato poco spazio nella massima serie. Ma ci aspettavamo onestamente qualche minuto in più, invece il ventiquattrenne norvegese finora ha solo “assaggiato” la Serie A, con Mou che l’ha impiegato solo come innesto al novantesimo. Troppo poco per fare la differenza in un gioco spietato come il fantacalcio.

Francesco Cucinotta
Francesco Cucinotta
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. Laureato in Comunicazione con una tesi sulla lingua del calcio e pubblicista dal 2010. Per anni inviato al seguito del Cagliari Calcio per Radio Sintony.

MondoPallone Racconta… C’era una volta l’Imperatore

    All'inizio dello scorso decennio bruciò le tappe di una carriera che si annunciava folgorante, grazie ad un fisico debordante e un sinistro micidiale. Adriano...
error: Content is protected !!