Osimhen-Lookman rinverdiscono la tradizione Made in Nigeria

-

Victor Osimhen (Napoli, foto di copertina) e Ademola Lookman (Atalanta) stanno disputando una stagione stellare in Serie A, rinverdendo l’epoca in cui i bomber nigeriani tenevano alta in giro per l’Europa la bandiera bianco-verde. Facciamo un salto nostalgico all’indietro, per rievocare gli attaccanti che si sono fatti valere nel Vecchio Continente.

Top 5

 

Victor IKPEBA (1973)

Brillante attaccante con la maglia del Monaco (1993-99), ha fatto parte della generazione d’oro delle Super Aquile. Pallone d’Oro africano 1997. Oggi è commentatore televisivo.

Nwankwo KANU (1976)

La rivelazione della Nigeria oro olimpico nel ’96, passò dall’Ajax all’Inter superando un problema cardiaco. Ha giocato in seguito per oltre 10 anni in Inghilterra, soprattutto nell’Arsenal. Oggi proprietario dell’omonima compagnia web tv sportiva.

Christopher OHEN (1970)

Un autentico mito per i tifosi del Compostela, dove militò per un decennio segnando 70 gol in campionato. Escluso dalla rosa della Nigeria per Francia ’98, appena un gettone in Nazionale. Vive a Madrid.

Richard “RICKY” OWUBOKIRI (1961)

Nei primi anni di carriera gioca addirittura in Brasile e trova l’habitat ideale in Portogallo, specialmente con la maglia a scacchi bianconeri del Boavista: nel 1992 si laurea capocannoniere. Si è stabilito in Brasile.

Rashidi YEKINI (1963-2012)

Pallone d’Oro africano ’93. Come Ricky, miglior marcatore del campionato portoghese: con il Vitória Setúbal nel 1994, anno che lo consacrò grazie al Mondiale negli USA con le Super Aquile. Morto a 48 anni dopo un lungo periodo di malattia.

 

Menzione speciale

Altri attaccanti nigeriani che hanno lasciato tracce importanti nel calcio europeo, a varie latitudini, sono stati:

  • Victor Agali: buon protagonista in Germania con l’Hansa Rostock.
  • Julius Aghahowa: stagioni prolifiche nello Shakhtar Donetsk.
  • Ade Akinbiyi: attaccante culto delle serie minori inglesi.
  • Jonathan Akpoborie: punta prolifica nella Bundesliga tedesca.
  • Benedict Akwuegbu: autore di buone annate in Austria.
  • Ola Ameobi: anche lui di stanza in Inghilterra.
  • Daniel Amokachi: membro delle Super Aquile, lanciato in Belgio dal Brugge.
  • Tosin Dosunmu: tanti gol disseminati in Belgio negli anni 2000.
  • Efan Ekoku: i tifosi dell’Inter lo ricorderanno in UEFA nel Norwich.
  • Lucky Idahor: diverse reti realizzate in Ucraina con Dinamo Kyiv e Tavriya.
  • Odion Ighalo: ancora in attività nell’Al-Hilal, in Arabia Saudita.
  • Peter Ijeh: ha militato in Svezia (capocannoniere 2002), Norvegia e Danimarca.
  • Obafemi Martins: il celebre “Oba Oba”, beniamino dei tifosi interisti.
  • Mike Obiku: protagonista per diversi campionati nell’Eredivisie olandese.
  • Victor Obinna: tanti anni in Italia, lanciato dal Chievo.
  • Peter Odemwingie: pure lui si è messo in mostra in Russia.
  • Benedict Ogbeche: talento prodigio del PSG, non riuscì a mantenere le attese.
  • Samson Siasia: campione di Francia con il Nantes, un gol a USA ’94.
  • Nwankwo Simy: capocannoniere della Serie B con il Crotone, ora al Benevento.
  • Kalu Uche: buone stagioni in Polonia, Spagna e Turchia.
  • Anthony Ujah: affidabile uomo gol in Norvegia e poi per anni in Germania.
  • John Utaka: prolifica punta in Francia, Inghilterra e Turchia.
Fabio Ornano
Fabio Ornano
Cagliaritano, classe '81. Pazzo per Brera, Guerin Sportivo e Panini. Da anni membro di MP: principalmente ed inevitabilmente, per scrivere sulla storia del calcio. Italiano ed internazionale.

I dieci incubi del tifoso dell’Inter

La propria squadra del cuore, si sa, oltre alle gioie provocate per un gol o una vittoria, riesce a regalare ai propri tifosi anche...
error: Content is protected !!