Allsvenskan 22/a – Si chiude a reti bianche il derby di Stoccolma tra Hammarby e Djurgården

La partita più attesa della 22/ giornata dell’Allsvenskan, vale a dire il derby di Stoccolma tra Hammarby e Djurgården, si è chiusa a reti inviolate.

Il primo tempo è stato di marca Bajen, con il Djurgården che ha tenuto, seppur con grande sacrificio, considerato che avevano giocato in Conference League contro lo Shamrock Rovers. La sensazione è che i blucelesti, che hanno avuto una dura campagna europea estiva, stiano pagando il tutto fisicamente.

Nella ripresa,il Djurgården ha tenuto maggiormente la palla, con un Hammarby più in difficoltà, soprattutto sulle seconde palle. Martí Cifuentes ha sostituito Loret Sadiku e ha spostato Jeppe Andersen, ma non ha mandato in campo Bubacarr Trawally e David Concha, che pure potevano avere i numeri per girare la partita a favore dei biancoverdi. Oggi sono in molti a chiedersi perché. In definitiva, però, il risultato non piace ai padroni di casa, che restano a inseguire. Non solo: i Bajen, sinora, non hanno mai vinto uno scontro diretto. E, in queste condizioni, non si può vincere il campionato.

Brutta sconfitta invece dell’AIK sul campo del Varbergs, terreno tradizionalmente difficile e pesante, soprattutto in questa stagione (in Svezia l’autunno è le piogge sono già iniziate). La squadra di casa, invece, ha giocato bene, creando diverse situazioni interessanti prima di trovare, nella ripresa, le reti decisive (con Tranberg e Sisse, rispettivamente al 78′ e all’80’).

Tanta delusione tra gli Gnaget, a fine gara. “Sapevamo che erano forti sulle palle ferme, ma abbiamo comunque incassato due gol. Non va bene: abbiamo giocato male e meritato di perdere”  ha detto Mikael Lustig a Sportbladet (a dire il vero, ha detto “Vi gör en pissmatch” che non è bello da tradurre letteralmente, ma rende forse meglio l’idea.

Anche il Malmö è tornato alla vittoria, contro il Norrköping. Protagonista assoluto Isaac Thelin il quale, sullo 0-1, prima ha fallito un rigore al 62′, e poi ha segnato, 11′ più tardi, il gol della vittoria, dopo che Zeidan, 3′ prima, aveva pareggiato la rete di Ortmark, segnata al 3′.

Nelle altre sfide, in coda il Degerfors ha mosso la classifica, pareggiando col Mjälby, mentre il Värnamo, passando a Uppsala sul campo del Sirius, potrebbe aver davvero avere ottenuto, virtualmente, la salvezza.

In serata, due posticipi importanti, in chiave di testa e di coda. In particolare, Kalmar-Häcken potrebbe davvero essere molto importante in chiave di vittoria del titolo, fermo restando che i gialloneri di Hisingen, probabilmente, avranno un’idea più chiara delle proprie speranze di vincere il titolo dopo gli scontri diretti contro Hammarby (sabato 17) e Djurgården (9 ottobre).

A due giornate dal termine, Jeremejeff e compagni riceveranno a Hisingen la visita dei campioni in carica del Malmö, e giocheranno il derby al Gamla Ullevi contro il Göteborg la settimana dopo, vale a dire a una giornata dal termine. Sarà, insomma, un finale per cuori forti e nervi d’acciaio.

Allsvenskan 2022 22/a giornata – risultati

Sabato 10 settembre

Sirius-Värnamo  2-3  (0-2)
Degerfors-Mjälby  0-0

Domenica 11 settembre

Hammarby-Djurgården  0-0  
Varbergs-AIK  2-0  (0-0)
Malmö-Norrköping  2-1  (0-1)
Sundsvall-Elfsborg  0-2  (0-2)

Lunedì 12 settembre

Göteborg-Helsingborgs  h. 19.00
Kalmar-Häcken  H. 19.00

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2022 – 21/a giornata (Da aggiornare dopo la disputa dei posticipi)

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Häcken 50/28 45 | 9 Elfsborg 37/30 27
2 Djurgården 43/16 44 | 10 Sirius 20/29 25
3 Hammarby 43/20 40 | 11 Norrköping 26/28 24
4 AIK 36/26 39 | 12 Värnamo 23/35 22
5 Göteborg 30/18 36 | 13 Varbergs 18/35 21
6 Kalmar 24/17 36 | 14 Degerfors 20/43 16
7 Malmö 29/21 34 | 15 Helsingborgs 16/33 14
8 Mjälby 21/21 31 | 16 Sundsvall 19/55 10

Legenda: qualificata ai preliminari di ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan