Fantacalcio 2022/23: alla scoperta di… Domagoj Bradarić

Nome: Domagoj Bradarić
Nazionalità: Croazia
Età: 23
Altezza: 178 cm
Nazionale:
Piede: sinistro
Ruolo principale: esterno sinistro
Eventuali altri ruoli: esterno destro ; difensore centrale sinistro
Valutazione calciomercato: 3,5 milioni
Perché acquistarlo: sarà titolare inamovibile
Perché non acquistarlo: impatto con la Serie A / fisicamente fragile
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): ****

LE CARATTERISTICHE – In un 3-5-2, i ruoli chiave sono gli esterni perché devono garantire sia supporto offensivo che l’adeguata copertura alla retroguardia. E Domagoj Bradarić, 23enne croato volto nuovo della Salernitana, è proprio un esterno classico da 3-5-2, considerato che abbina qualità tecniche (vedasi i cross che sforna per gli attaccanti) a quelle fisiche che lo portano a essere uno stantuffo su tutta la fascia mancina. Vedremo se il croato mostrerà le sue doti calcistiche sotto le pendici del Castello d’Arechi.

LA CARRIERA – Nato a Spalato il 10 dicembre 1999, Bradarić cresce nel club della sua città, l‘Hajduk ed entra in Prima Squadra a luglio 2018. Nella stagione 2018/2019, disputa 24 partite tra campionato e Europa League. 24 partite che convincono il Lilla a investire ben 6,5 milioni di euro su di lui. Bradarić passa così alla squadra francese e, nella stagione 2020/2021, da protagonista (26 presenze, 1 rete e 2 assist), vince la Ligue 1 alle spalle del favoritissimo PSG e la Supercoppa Francese sempre contro i parigini. Nella stagione appena trascorsa, però, Bradarić viene chiuso sulla fascia mancina dal neoacquisto, lo svedese Gabriel Gudmundonsson. A fine stagione, il croato registra 16 presenze tra Ligue 1 e Champions League. Un bottino magro che lo spinge a cambiare aria, accettando l’offerta della Salernitana. Vanta 4 presenze in Nazionale.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Sì. Si tratta di un calciatore che è abituato alle pressioni e quindi l’impatto con il campionato italiano e con una piazza esigente come Salerno non dovrebbe spaventarlo più di tanto. L’unico dubbio riguarda le sue condizioni fisiche, come l’infortunio rimediato in amichevole con il Galatasaray. Ma vale davvero la pena rischiare.