Lugano, presentate le nuove maglie e il nuovo sponsor tecnico

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Nella splendida cornice di Villa Ciani, in centro a Lugano, la società bianconera ha presentato l’accordo di collaborazione tecnica con l’azienda Erreà Sport S.p.A. (marchio italiano molto conosciuto anche da noi, in quanto fornisce da lustri il materiale tecnico a diversi club, in particolare – da diversi anni – il Parma, dove l’azienda ha la propria sede principale).

L’accordo è a lungo termine, visto che avrà una durata di sei anni. Nell’occasione, sono state anche presentate le maglie che verranno indossate non solo dalla prima squadra, ma anche dalle giovanili e da tutti i team della società bianconera. La durata dell’accordo fa sì che sarà con le maglie prodotte dall’azienda italiana che il Lugano esordirà nel nuovo stadio, che sarà inaugurato tra un paio di stagioni.

Per quanto riguarda le divise da gioco, la scelta è stata, almeno in questa prima stagione, molto tradizionalista e intesa a sottolineare il legame tra il club e la città. Il dirigente della società emiliana di produzione, Fabrizio Taddei, ha infatti voluto sottolineare come l’intenzione sia stata quella di non stravolgere il disegno classico, aggiungendo alcuni particolari che richiamano la città, in una stagione che vedrà i bianconeri esibirsi anche su palcoscenici esteri.

Per questo motivo, Erreà ha stampato sulla prima maglia (nera) e su quella da trasferta (bianca) un richiamo a uno dei luoghi più belli e caratteristici di Lugano, vale a dire il cancello di Villa Ciani, inserita a sua volta nel parco cittadino che dalla villa stessa prende il nome, situato in centro. Ovviamente, è stata mantenuta la tradizionale V bianca (nera nella seconda divisa, che ha i colori opposti). Ritorno al rosso fiammante e al bianco per la terza maglia (i colori del blasone cittadino), impreziosita dallo stemma ufficiale della città. Si è voluto, in questo modo, a detta di tutti, ringraziare i cittadini luganesi per il sì entusiasta al nuovo stadio del 28 novembre scorso.

Sulle maniche della nuova maglia è apparso anche il logo di HRS Real Estate AG, una delle aziende di servizi immobiliari leader in Svizzera in ambito di sviluppo, della pianificazione e realizzazione di immobili, che sarà un Premium Partner della società bianconera, sempre a partire dal 1 luglio. La collaborazione avrà la durata di quattro stagioni di Credit Suisse Super League.

Martin Blaser, CEO del FC Lugano, si è dichiarato felice per la scelta: “Siamo molto felici di avere Erreà Sport S.p.A. come partner a lungo termine dell’FC Lugano. Erreà vanta una grande esperienza e un altissimo livello di competenza in questo settore grazie alla sua decennale attività internazionale nel campo degli sport di squadra. Sono convinto che nei prossimi sei anni svilupperemo e realizzeremo insieme progetti entusiasmanti. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare Erreà per la grande fiducia che ci ha accordato e per il prezioso supporto che ci ha fornito nell’ambito di questa partnership esclusiva. Le ragioni di questa scelta sono anche da ricercare nella cura che ci garantisce questa azienda, più piccola dei colossi tradizionali ma, per questo motivo, attenta alle nostre esigenze e alla tutela della nostra identità. Non è stato possibile estendere l’accordo ai Chicago Fire, perché in MLS seguono una diversa politica per i materiali da gioco. “

Fabrizio Taddei, Head of Global Partnership Department Erreà Sport S.p.A., anch’egli presente, ha poi aggiunto: “Siamo felici di essere i fornitori ufficiali di abbigliamento tecnico del Football Club Lugano. Come sempre, abbiamo lavorato a stretto contatto con il club per la realizzazione dei nuovi design e siamo entusiasti di vedere la reazione dei tifosi a ciò che abbiamo prodotto. Fin da subito si è instaurato un feeling speciale che sono sicuro porterà a realizzare progetti innovativi che contribuiranno ad accompagnare la società nei prossimi anni. Sappiamo che questo mercato è molto seguito da appassionati e collezionisti” ci ha poi dichiarato post conferenza stampa “E ci auguriamo che molti appassionati italiani apprezzino questa maglia e, perché no, si avvicinino al calcio svizzero, seguendo le vicende sportive del club.”

Presente in veste di “indossatore” il nuovo acquisto Doumbia, che verrà presentato ufficialmente alla stampa venerdì prossimo, in occasione della ripresa degli allenamenti. Bocche cucite sul mercato, anche se Carlos Da Silva, direttore sportivo, ci ha detto che il club sta seguendo diversi profili: “Abbiamo nel mirino almeno 4 prospetti di nostro interesse. Ci aiuta anche il fatto che, ormai, Lugano è considerata una piazza interessante, visti i risultati, la nuova proprietà e le prospettive di crescita. Logicamente, le trattative subiscono tante variabili, ma abbiamo fiducia sul fatto che costruiremo una rosa valida e competitiva. Celar? Non abbiamo ricevuto nulla di concreto sinora; se dovesse accadere, ci metteremo a un tavolo e ne discuteremo. Il ragazzo ha fatto bene anche con la sua nazionale, è in un bel momento; siamo consapevoli del suo valore, con tutto ciò che ne consegue.”