Fantacalcio Serie A 2021/22: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 31/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi diamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Mai pausa di campionato fu più nefasta. Proviamo ad abituarci al fatto che vivremo il secondo Mondiale consecutivo senza gli Azzurri, e meno male che la Serie A torna in nostro soccorso. La 31/a giornata infatti prenderà il via oggi pomeriggio alle 15 con la sfida salvezza Spezia-Venezia, alle 18 Lazio-Sassuolo, mentre alle 20:45 sarà in programma Salernitana-Torino. Domenica di grande calcio: si comincia alle 12:30 con Fiorentina-Empoli, poi alle 15 Atalanta-Napoli e Udinese-Cagliari, alle 18 Samp-Roma e finalmente alle 20:45 l’attesissimo derby d’Italia Juventus-Inter. Si chiude lunedì con due posticipi: Verona-Genoa (18:30) e Milan-Bologna (20:45).
GLI SQUALIFICATI – Henry, Pedro, Pobega, Parisi, Rrahmani, Osimhen, Marì, Lu. Pellegrini, Ostigard.
GLI INFORTUNATI RECENTI – Berardi, Mousset, Perotti, Sanabria, Toloi, Di Lorenzo, Marin, Pavoletti, Vanheusden, De Silvestri.
IN DUBBIO – S. Radu, Luiz Felipe, Piatek, Ounas, N. Perez, Deulofeu, Ceppitelli, Veretout, Zaniolo, Bonucci, de Vrij, Lazovic, Lasagna, Bakayoko, Soriano.

LA TOP 11 (3-4-3) – Provedel (Spezia); Udogie (Udinese), Smalling (Roma), Vojvoda (Torino); Messias (Milan), Barak (Hellas Verona), Zaccagni (Lazio), Verdi (Salernitana); Muriel (Atalanta), Cabral (Fiorentina), Keita Baldé (Cagliari).
LA CERTEZZA – Nonostante non sia stata finora di certo la sua miglior stagione, stavolta ci sentiamo di dare fiducia all’atalantino Luis Muriel, che con la sua rapidità potrebbe complicare la vita alla coppia di centrali napoletani nella sfida del Gewiss Stadium. In campionato, il colombiano non segna dalla gara di inizio gennaio contro l’Udinese, quasi tre mesi fa. Un’eternità per uno come lui: il Napoli e Spalletti sono avvisati.
LA SORPRESA – Con Pavoletti positivo al covid e con Joao Pedro che rientra dall’esperienza in Nazionale non proprio rinvigorito, a Udine potrebbe scoccare l’ora di Keita Baldé. Il senegalese si gioca una maglia da titolare con Pereiro, ma l’impressione è che, anche se non partirà titolare, avrà una chance importante per raddrizzare una stagione fatta di pochi “alti” (fra cui il meraviglioso gol in rovesciata al Mapei Stadium contro il Sassuolo nel girone d’andata) e tantissimi “bassi”.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Handanovic (Inter); De Sciglio (Juventus), Juan Jesus (Napoli), Lykogiannis (Cagliari); Cuisance (Venezia), Arslan (Udinese), Pasalic (Atalanta), Traoré (Sassuolo); Barrow (Bologna), Pinamonti (Empoli), Insigne (Napoli).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Involuto in Nazionale, forse con la testa già a Toronto, Lorenzo Insigne è fra le certezze sconsigliate della 31/a giornata. La trasferta di Bergamo, tra l’altro, è a dir poco insidiosa per i partenopei, e c’è da giurare che Gasp monterà una marcatura speciale per lo scugnizzo napoletano. 7 centri in campionato finora, contro i 19 dello scorso torneo: Lorenzo ma che succede?
LA CONTRO-SCOMMESSA – Sembrava potesse ritagliarsi uno spazio importante nel Venezia di Zanetti, ma finora non è stato così. Mickaël Cuisance è rimasto fuori per un problema muscolare nelle ultime tre gare disputate dai lagunari e non è nemmeno certo di un posto da titolare al Picco contro lo Spezia. Tra l’altro, il giovane francese nelle sette gare giocate in Italia non hai mai trovato il bonus. Un dato non certo trascurabile per chi lo ha in rosa.