CSSL svizzera 18/a – Lo Zurigo è campione d’invernno

Si è chiuso, in Svizzera, il girone d’andata della CSSL Super League, che ha visto lo Zurigo affermarsi come campione d’inverno, prima ancora di scendere in campo nell’anticipo di sabato sera contro il San Gallo. I tigurini infatti, per effetto del pareggio infrasettimanale tra Young Boys e Basilea nel recupero, avevano da mercoledì la matematica certezza di chiudere da soli in testa il girone d’andata: titolo effimero certo, ma benaugurante per una compagine che è stata l’ultima a vincere il campionato svizzero (stagione 2008/09) prima del dominio incontrastato dei grandi rivali del Basilea prima (8 vittorie consecutive dal 2009/10 al 2016/17) e dello Young Boys dopo (da 2017/18 sino a oggi).

La capolista ha così festeggiato, al Letzigrund, davanti a più di 11.000 spettatori, il primato in classifica, superando il San Gallo, che pure ha avuto (come accade di frequente) una buona partenza. L’undici guidato da Breitenreiter si è infatti ritrovato sotto al 7′, per un autorete di Omeragić. Tuttavia, i padroni di casa non si sono fatti prendere dall’ansia, nonostante la superiorità di gioco degli avversari, e hanno riportato in parità le sorti dell’incontro al 28 grazie a un rigore trasformato dall’ex Lugano e Chiasso Ceesay, e concesso per fallo di Traoré su Dzemaili. Nel secondo tempo i biancoblù, bravi a imporre agli ospiti un buon ritmo di gara, hanno risolto la contesa a proprio favore con i gol di Kramer al 78′ e, all’86’, di Kamberi su azione da calcio d’angolo, sempre con lo zampino dell’ex Lugano Guerrero. Per i tigurini, questa è la sesta vittoria consecutiva, e il decimo risultato utile: e sognare, a questo punto, non costa nulla.

Della squillante vittoria dello Young Boys a Lugano vi abbiamo riferito ieri direttamente dallo stadio di Cornaredo, mentre l’altra pretendente alla vittoria finale, il Basilea, si è salvato dalla sconfitta casalinga contro il Grasshopper solo nei minuti di recupero, e chiude così il girone d’andata a – 7 lunghezze dai rivali di sempre dello Zurigo. I rossoblù, che avevano chiuso in vantaggio la prima frazione grazie a un gol di Stocker in chiusura, non sono riusciti a chiudere la contesa a proprio favore, e hanno prima incassato il pareggio ospite di Kawabe, e poi la rete dello svantaggio messa a segno da Pusic. Rimasti in dieci per l’espulsione di Esposito (rosso diretto per un fallo di reazione), i padroni di casa hanno prima raddrizzato la sfida con un gol di testa di Kasami e poi hanno sfiorato l’impresa con Cabral, la cui conclusione all’ultimo respiro si è però stampata sul palo alla destra del portiere avversario, proprio sotto la Muttenzerkurve.

Nella zona bassa della classifica, il Losanna è caduto a Sion nel derby romando. Dopo aver tremato a fine primo tempo per un palo colpito dagli ospiti (conclusione violentissima da fuori area di Amdouni), i biancorossi nella ripresa hanno invece colpito due volte (autogol di Brown e bel tiro al volo di Cavare da azione di calcio d’angolo), lasciando i losannesi al penultimo posto.

La lanterna rossa resta così nelle mani del Lucerna, caduto alla swissporarena per mano di un Servette con uno Stevanović sempre più protagonista in casa Grénat. Il bosniaco, infatti, prima ha realizzato una rete trasformando un calcio di rigore da lui stesso procurato, e poi ha messo sulla testa di Vouilloz il pallone da insaccare, nella ripresa (61′), per fissare definitivamente il risultato.

CSSL svizzera 18/a giornata – risultati

Sabato 18 dicembre

Zurigo-San Gallo  3-1  (1-1)     
Lucerna-Servette  0-2  (0-1)

Domenica 19 dicembre

Lugano-Young Boys  0-5  (0-3)  
Basilea-Grasshopper  2-2  (1-0)
Sion-Losanna  2-0  (0-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA CSSL SVIZZERA 2021/22 – 18/a giornata

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Zurigo +17 40 6 Grasshopper +6 23
2 Basilea +19 32 | 7 Sion -11 21
3 Young Boys +21 31 | 8 San Gallo -17 16
4 Lugano +1 30 | 9 Losanna -19 12
5 Servette -1 25 | 10 Lucerna -16 11

Legenda: qualificata ai preliminari della ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League