Allsvenskan 23/a – L’Elfsborg sbanca Stoccolma e rientra in lizza per il titolo

Edizione quanto mai equilibrata, questa del 2021, per quanto riguarda l’Allsvenskan. 4 sono le compagini in lotta per la vittoria finale, con le prime 3 a pari punti: e la mancanza, finora, di una squadra in grado d’imprimere regolarità al proprio cammino, ha consentito un certo accorciamento della classifica, in favore dell’incertezza sul risultato finale.

Ha iniziato il Malmö, nell’anticipo di sabato, risolvendo senza problemi la pratica Östersunds: un risultato tutto sommato non così scontato, visto il capitombolo casalingo con un’altra pericolante (il Mjälby) prima della sosta. Tomasson è riuscito quindi, durante la sosta, a ritrovare sotto l’aspetto mentale i suoi, usciti molto ridimensionati dalle prime partite di Champions League. Da qua alla fine del torneo, gli Himmelsblått avranno un calendario tutto sommato favorevole, con uno solo scontro diretto (con l’AIK) in casa il 27 ottobre. Ovviamente (ma vale per tutti), in questa situazione di grande equilibrio sarà fondamentale non perdere punti per strada, da qui al 4 dicembre.

Chi invece sembra essere in fase calante è il Djurgården. I Blåranderna, dopo la sconfitta nel derby alla Friends Arena contro l’AIK prima della sosta, ieri sono stati pesantemente battuti, sul proprio terreno, dall’Elfsborg che, solo poche settimane fa, sembrava aver perso ogni velleità, per la delusione dei tanti tifosi accorsi alla Tele2Arena, capaci di creare una bellissima coreografia prima della gara. Molto allarmato il tecnico Bergstrand, a fine partita (DPlus): “Bisogna dirlo: il nostro gioco non è efficace, in questo momento. Dirò di più: è qualcosa che riguarda la qualità di quello che stiamo facendo.” Da qua a fine torneo, gli Järnkaminerna non avranno più scontri diretti: tuttavia, dovranno invertire la rotta, perché la storia di questo torneo ha insegnato quanto sia facile perdere punti con chiunque. E proprio lo stesso Bergstrand e i suoi ne sanno qualcosa.

Per quanto riguarda l’inversione di rotta, chi sta bene, sotto questo punto di vista, è proprio l’Elfsborg. Gli Eleganterna, prima della sosta, avevano infilato un filotto di 3 sconfitte consecutive, interrotto da una vittoria di misura casalinga contro il Göteborg, non proprio una corazzata di questi tempi. L’undici di Thelin, invece, si è presentato ieri a Stoccolma con una certa determinazione, contrapposta al momento no degli avversari, conseguendo una vittoria netta nel risultato e nel gioco. Sognare non costa nulla, soprattutto quando sai che, nella penultima giornata, ti potrai giocare magari qualcosa d’importante sul sintetico di casa tua, a Borås, contro l’AIK. Ovviamente, a costo di ripeterci, non possiamo non aggiungere che servirà dare continuità a questo momento positivo, cosa tutt’altro che scontata.

Sconfitta per l’AIK, domenica, nel derby contro l’Hammarby. Non era facile per gli Gnaget, i quali giocavano in trasferta, e dovevano fare a meno di Stefanelli, squalificato dopo l’ingenua espulsione rimediata prima della sosta. Bartosz Grzelak, tecnico dei gialloneri, a fine partita è apparso un po’ preoccupato davanti ai microfoni di DPlus: “Sono molto deluso ovviamente, perché non è solo una sconfitta, ma era un derby. In campo, ho visto poi una squadra incapace di creare chiare occasioni da gol.” Non è un mistero che il punto forte degli inquilini della Friends Arena sia la solidità difensiva. Però, è un dato di fatto che, come siano capaci di vincere di misura, si trovino a volte in difficoltà a rimontare e a ribaltare una situazione di svantaggio, sopratutto con avversari di spessore. Ora avranno un fine mese di fuoco, con la sfida in casa contro il Norrköping (ieri fortemente ridimensionato a Hisingen) e lo scontro diretto, all’Eleda Stadion, contro il Malmö. Saranno due partite che, pur non essendo decisive, diranno molto sul futuro della squadra di Solna.

Dicevamo sopra del Norrköping, uscito fortemente ridimensionato dalla partita a Hisingen contro l’Häcken: un 5-0 del tutto inaspettato che, quasi sicuramente, toglierà ogni velleità d’inserirsi nella battaglia per il successo finale ai Peking i quali, con un risultato differente, avrebbero potuto presentarsi alla Friends Arena, la settimana prossima, con ben altre prospettive. Sconsolato, a fine gara, Linus Wahlqvist: “Questo non dovrebbe succedere. Con la fiducia che riponevamo in noi stessi avremmo dovuto essere in grado di segnare noi cinque gol. Non va bene, siamo delusi per come sono andate le cose.” (DPlus). Fuori discussione che i biancoblù abbiamo perso una grandissima (e probabilmente ultima) opportunità per agganciare il treno di testa, che pure vedevano a portata di mano dopo un bel filotto di risultati utili. Vedremo se Norling sarà in grado di riannodare il filo a Stoccolma tra 5 giorni: ma non sarà facile.

In fondo alla classifica, il Göteborg è tornato finalmente a vincere, nello scontro diretto con un Örebro il quale, nonostante gli investimenti per i rinforzi estivi, non trova assolutamente una dimensione. Sconsolati gli inviati sul posto, che hanno parlato di un primo tempo assolutamente inguardabile da parte dei bianconeri. Di segno opposto, ovviamente, l’umore dei padroni di casa. Ecco cos’ha detto, a fine partita, Marcus Berg: “Abbiamo dovuto aspettare forse troppo per segnare il secondo gol, ma è stato bello da morire! Non facciamo punti facilmente in questo periodo, quindi è incredibilmente bello averne fatti tre oggi.” (DPlus).

Nelle altre sfide per non retrocedere, vittoria da sei punti per il Degerfors, nello scontro diretto con l’Halmstad, mentre il Mjälby, dopo la sorprendente vittoria in casa del Malmö, prima della sosta, ha replicato con una brillante affermazione contro il Kalmar. Importante vittoria anche del Sirius, che consente ai nerazzurri di tenersi a distanza di sicurezza dalla linea.

Allsvenskan 2021 23/a giornata – risultati

Sabato 16 ottobre

Degerfors-Halmstad  2-1  (1-0)
Östersunds-Malmö  0-3  (0-1)
Sirius-Varbergs  2-1  (1-0)

Domenica 17 ottobre

Göteborg-Örebro  2-0  (1-0) 
Hammarby-AIK  1-0  (0-0)
Mjälby-Kalmar  4-0  (3-0)

Lunedì 18 ottobre

Djurgården-Elfsborg  0-3  (0-1)  
Häcken-Norrköping  5-0  (0-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2021  – 23/a giornata 

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Malmö 48/25 44 | 9 Sirius 26/37 30
2 Djurgården 37/21 44 | 10 Varbergs 26/29 28
3 AIK 32/19 44 | 11 Mjälby 22/19 27
4 Elfsborg 38/25 42 | 12 Göteborg 26/32 25
5 Norrköping 37/28 39 | 13 Degerfors 25/40 25
6 Hammarby 37/30 37 | 14 Halmstad 16/21 23
7 Kalmar 27/26 37 | 15 Örebro 16/46 16
8 Häcken 38/32 31 | 16 Östersunds 20/41 13

Legenda: qualificata ai preliminari di ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan