Nazionale Femminile, buona la prima contro la Moldavia

La Nazionale di calcio femminile guidata da Milena Bertolini comincia nel migliore dei modi il suo cammino nel Gruppo G di qualificazione al prossimo Mondiale che si disputerà in Australia e batte comodamente la Moldavia, numero 97 nel Ranking FIFA.

Allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste l’Italia si schiera con un inedito 3-4-3 e si gioca praticamente ad una porta sola: le prime due occasioni sono a firma Bonansea, con l’attaccante esterno della Juventus che spreca, ma la sua collega di squadra Girelli invece non fallisce e ci porta in vantaggio con una ribattuta dopo che il suo colpo di testa era stato ribattuto da Munteanu (migliore in campo per le sue). Poco dopo la metà del primo tempo viene concesso un rigore alle Azzurre per un in ritardo in area su Giacinti: dal dischetto si presenta sempre Girelli che spiazza il portiere ospite. La bomber del Milan realizza poi la terza rete al 36′ quando, lanciata verso la porta moldava da Giugliano, prima calcia addosso a Munteanu e poi, sul proseguimento dell’azione, mette in rete su assist di Cernoia. Le reti potrebbero diventare quattro ma la conclusione dalla distanza di Bonansea scheggia la parte alta della traversa.

Nella ripresa Bertolini, visto il prossimo impegno della Nazionale martedì contro la Croazia, effettua diversi cambi, offrendo la standing ovation a Gama che ha giocato nello stadio della sua città, ma la falsariga della gara non cambia e solo una super Munteanu evita un passivo ben più pesante per le moldave grazie ai suoi interventi contro Glionna e Girelli. Ora testa alla Croazia con la gara che verrà giocata martedì 21 settembre 2021 alle ore 17:30 con diretta su Rai2.

Queste le parole della CT Bertolini a fine gara: “Siamo felici per aver iniziato con una vittoria. L’approccio è stato giusto, rimane il rammarico di aver sbagliato troppo sotto porta. Siamo state poco cattive: quando c’è da fare gol, bisogna farlo. C’è stato tanto impegno, le ragazze hanno dato tutto, ma in certi momenti troppa frenesia e poca cattiveria. Ma ci teniamo la vittoria e ci prepariamo per la prossima, dove servirà qualcosa in più. Contro la Moldova l’atteggiamento è stato ottimo, domani però dovremo cercare di essere meno leziose, la Croazia è una squadra fisica, aggressiva e dotata di buone individualità, le ragazze dovranno approcciare la gara nel modo giusto, giocando con concretezza e senza frenesia”.

ITALIA-MOLDAVIA 3-0 (3-0)

Italia (3-4-3): Giuliani; Gama (57′ Salvai), Linari, Bartoli; Bergamaschi (57′ Serturini), Giugliano (80′ Caruso), Rosucci, Cernoia (72′ Boattin); Bonansea (72′ Glionna), Girelli, Giacinti. A disp. Baldi, Di Guglielmo, Durante, Galli, Lenzini, Pirone, Soffia. All. Bertolini
Moldavia (4-4-2): Munteanu; Covali, Cerescu, Prisekar, Mitul; Mardari (85′ Tez), Topal, Colesnicenco, Tabur; Chiper, Colnic (46′ Chirica). A disp. Brinza, Burdeniuc, Catarau, Costin, Doiban, Dumic, Panova, Railean. All. Stețenco
Arbitro: Lorraine Watson (SCO)
Reti: 15′ e 27′ rig. Girelli, 36′ Giacinti
Note-Ammonite: Colnic, Colesnicenco, Topal (MO)