Lugano, Croci Torti: “Un risultato e una prestazione che premiano tutti”

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Incontriamo, in sala stampa a Cornaredo, Mattia Croci Torti, tecnico del Lugano in attesa del sostituto di Abel Braga, al termine della sfida contro il Basilea, terminata sull’1-1.

Ecco le sue principali dichiarazioni: “Sono contento, per me e per lo staff. Abbiamo lavorato molto, e questo risultato è un premio soprattutto per loro. Siamo riusciti a gestire la partita in maniera logica e intelligente, nonostante l’uscita di Bottani, nonostante un gol evitabile. I giocatori hanno fatto tutto quello che avevo chiesto loro: vedere Custodio e Sabbatini che hanno stretto i denti nonostante la stanchezza.”

Abbiamo fatto notare a Croci Torti che la squadra ha chiuso bene gli spazi e ha sempre saputo provare a ripartire, senza mai buttare via il pallone: “Nella prima parte del primo tempo, qualche problema c’è stato, con Guidotti e Facchinetti che non avevano interpretato bene le consegne. Poi, a partire da metà primo tempo, abbiamo fatto bene, nonostante il gol regalato. Abubakar? Arrivava da una condizione dove era chiamato a fare reparto da solo, non era abituato a tornare indietro, a dialogare con i compagni. Qua sta cambiando, sta crescendo, ma ha ancora bisogno di tempo.”

Maric, presente anche lui, si è dimostrato soddisfatto“Per un giocatore della mia età, si usa spesso la parola finito. Ho avuto qualche problema all’inizio, non stavo bene, era giusto che stessi fuori. L’affetto dei tifosi è stato importante, mi hanno fatto piacere i messaggi, le aspettative della gente. Sono qua per fare bene, e per dare ancora qualcosa d’importante alla squadra.”

Ora, il futuro“Sono a disposizione della società, lo faccio da quattro anni, non ci sarà alcun tipo di problema. Vedremo cosda accadrà nei prossimi giorni.”