Tre articoli di MondoSportivo che se hai perso dovresti recuperare

Sono tristi giorni, per il mondo: l’Afghanistan è piegata dall’invasione talebana. Ne ha parlato Francesco Moria, con uno dei suoi splendidi pezzi che raccontano di calcio e sociale. È stato il mese in cui ci ha lasciati Gerd Müller, e in cui in Baseball è successo “qualcosa”.

  • A Ferragosto è scomparso il leggendario Gerd Müller. L’ex cannoniere del Bayern e della Germania Ovest aveva 75 anni, gli ultimi trascorsi nel cono d’ombra di una malattia subdola che ne aveva oscurato la dignità di uomo. Eroe del calcio, che lo aveva reso celebre e salvato dopo il tunnel del post agonismo: lo raccontò in un’intervista del 1994.

 

  • Quando i Talebani usavano gli stadi per le esecuzioni pubbliche. Nelle drammatiche ore in cui si sta consumando la presa di Kabul da parte dei Talebani e la conseguente restaurazione di un regime già tristemente conosciuto dall’Afghanistan, l’Emirato islamico, ritorna all’improvviso davanti agli occhi un’immagine rimasta nascosta per anni nella mente, solo apparentemente dimenticata e invece ora di nuovo così viva. È il ricordo di un doloroso filmato di pochi minuti del 1999.

 

  • E se “L’uomo dei sogni” fosse girato sul calcio… Era il 12 agosto scorso, e per gli appassionati di MLB il “domani” sarebbe diventato il giorno in cui i sogni avrebbero incontrato la realtà. Quella notte, New York Yankees e Chicago White Sox diventavano le prime squadre a disputare una partita della Lega professionistica statunitense in Paradiso, pardon, nell’Iowa nel celebre Field of Dreams.