Fantacalcio Serie A 2020/21: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 37/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi diamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Penultima giornata di campionato ormai alle porte. Se lo scudetto è già in cavalleria da tempo, la volata Champions e la lotta per evitare la retrocessione si infiamma. E il sabato pallonaro promette benissimo: si comincia questo pomeriggio con Genoa-Atalanta e Spezia-Torino (15), poi alle 18 l’attesissima Juventus-Inter, infine alle 20:45 il derby della Capitale Roma-Lazio. Domenica pranziamo con Fiorentina-Napoli, poi alle 15 Benevento-Crotone e Udinese-Samp, a seguire Parma-Sassuolo (18) e Milan-Cagliari (20:45). Chiude il turno, lunedì alle 20:45, la sfida del Bentegodi fra Verona e Bologna.
GLI SQUALIFICATI – Linetty, Caldirola.
GLI INFORTUNATI RECENTI – Criscito, Badelj, Scamacca, Gojak, Sanchez, Musacchio, Reca, De Maio, Arslan, Adrien Silva, Ibrahimovic, Walukiewicz, Calabresi.
LA “LISTA COVID” – Maksimovic, G. Pereiro.
IN DUBBIO – Muriel, Chabot, Vidal, Smalling, Diawara, S. Milinkovic-Savic, Dragowski, B. Valero, Koulibaly, Iago Falque, P. Pereira, Nuytinck, O. Colley, Giu. Pezzella, Gervinho, Mihaila, Tonali, Medel.

LA TOP 11 (3-4-3) – Provedel (Spezia); Maehle (Atalanta), Chiriches (Sassuolo), Letizia (Benevento); de Paul (Udinese), Pessina (Atalanta), Maggiore (Spezia), B. Diaz (Milan); Rebic (Milan), Lapadula (Benevento), L. Insigne (Napoli).
LA CERTEZZA – Ha eguagliato il proprio record di gol in A in una singola stagione (18) e punta a migliorarlo. Parliamo di Lorenzo Insigne, che sta vivendo un momento di forma stratosferico e sta trascinando il Napoli a suon di gol e di assist verso l’obiettivo Champions. Speriamo che duri su questi livelli anche per i prossimi Europei, ma domenica servirà al Napoli, che per sbancare Firenze avrà bisogno del suo scugnizzo d’oro.
LA SORPRESA – Il Benevento è alla disperata ricerca di punti per una salvezza che si è fatta sempre più difficile. Domenica però c’è la sfida contro il Crotone, una gara da vincere a tutti i costi per poi giocarsi il tutto per tutto all’ultima giornata contro il Torino. Fra i sanniti ultimamente si è rivisto Gaetano Letizia, esterno mancino protagonista di un ottimo girone d’andata (3 gol per lui), ma vittima di una serie di infortuni che ne hanno condizionato il girone di ritorno. Ora è rientrato a pieno regime e chissà che non riesca a regalare qualche altro bonus in extremis.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Perin (Genoa); Caceres (Fiorentina), Osorio (Parma), Lykogiannis (Cagliari); Candreva (Sampdoria), Kucka (Parma), Ilic (Hellas Verona), Politano (Napoli); Quagliarella (Sampdoria), Morata (Juventus), Pedro (Roma).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Nove gol in campionato sono decisamente pochi per un centravanti come Alvaro Morata, acquistato dalla Juve per finalizzare il gioco di CR7 e compagni. Effettivamente lo spagnolo ha avuto un rendimento intermittente, rivelandosi meno “certezza” rispetto alle previsioni. Stasera la Vecchia Signora avrà di fronte la miglior difesa del campionato, quella dell’Inter. E se è vero che i nerazzurri sono appagati dallo scudetto conquistato, è altrettanto vero che gli uomini di Conte non regaleranno nulla agli acerrimi rivali. Tra l’altro Morata è in ballottaggio col ritrovato Dybala e rischia di accomodarsi nuovamente in panchina.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Ha giocato tante partite da titolare in questo campionato, ma non ha regalato alcuna gioia (anzi, due cartellini gialli all’attivo). Yordan Osorio forse ha avuto la sfortuna di arrivare al Parma nel momento peggiore, ma a conti fatti se avete puntato su di lui dovete rassegnarvi, perché è la classica scommessa persa. Domenica probabilmente giocherà titolare, ma avrà contro giocatori rapidi come Boga, Berardi e Raspadori. Lasciatelo in panchina, a meno che non abbiate alternative.