Serie B – 180 minuti al termine del campionato: Empoli già promosso ma ago della bilancia

Mancano solo 180 minuti al termine del campionato di Serie B. O almeno alla stagione regolare, visto che poi si procederà a playoff e (forse) playout. Con l”Empoli è già sicuro della promozione ma anche del primato, resta da capire chi occuperà la seconda posizione che vale la Serie A.

LOTTA PROMOZIONE
Attualmente la favorita è la Salernitana, che ha l’opportunità di gestire i due punti di vantaggio sulle dirette concorrenti. Ma proprio i granata sono attesi quest’oggi dalla sfida casalinga contro il già promosso Empoli: un eventuale passo falso, anche un pareggio, rimetterebbe in corsa Monza e Lecce. Non è scartabile un arrivo a pari punti, ipotesi che i campani devono evitare assolutamente visto che sono in svantaggio contro le altre due contendenti, anche nel caso di classifica avulsa. Per Monza e Lecce sulla carta due partite fattibili, ma contro le due calabresi Cosenza e Reggina che vogliono perseguire fino all’ultimo il loro obiettivo.

LOTTA PLAYOFF
La situazione è abbastanza ingarbugliata. Il Venezia ha già staccato il pass, ci è molto vicino il Cittadella a cui basta un punto nelle prossime due gare per qualificarsi per i playoff. Scenario ancora aperto, con attualmente ChievoVerona, Brescia, SPAL e Reggina a contendersi gli ultimi due posti a disposizione. I clivensi hanno l’impegno sulla carta più agevole (trasferta a Chiavari contro la già retrocessa Virtus Entella), i bresciani affronteranno il Pisa già salvo e la SPAL sarà impegnata contro la Reggiana, alla disperata ricerca di punti salvezza.

LOTTA SALVEZZA-PLAYOUT
Allo stato attuale non verrebbe disputato lo spareggio, vista la forbice di più di 4 punti tra quartultima e quintultima. Sperano ancora Pescara, Reggiana e Cosenza, ma un loro eventuale passo falso può sancire la fine dei sogni. Per Ascoli e Pordenone, entrambe a 41 punti, sfide complicate contro due venete: per i marchigiani l’ostacolo Cittadella, per i friulani c’è la sfida contro il Venezia.