RSL svizzera 32/a – Lugano sconfitto a Zurigo, mentre Servette e Basilea vincono: si allontana l’Europa per i ticinesi

Si avvia alla fine la Raiffeisen Super League svizzera, che deve ancora scrivere diverse sentenze definitive, dopo l’assegnazione del titolo avvenuta alcune settimane fa, come sappiamo. In questo fine settimana, importanti sono stati i risultati soprattutto in chiave qualificazione ai preliminari della Conference League.

A rimanere attardato, per ora, è il Lugano il quale, oltre ad avere subito una netta sconfitta al Letzigrund per mano delo Zurigo, ha visto le rivali in classifica Basilea e Servette ottenere invece la posta piena, rispettivamente contro San Gallo e Young Boys. Ora, i punti di ritardo dei ticinesi sono 4, anche se c’è ancora da giocare lo scontro diretto contro i renani: tuttavia, solo 4 sono le partite ancora da giocare.

I ticinesi, che pure si erano presentati in campo a Zurigo con un modulo offensivo, si sono però trovati contro un avversario che ha messo in campo più intensità, anche se quasi mai particolarmente pericoloso in avanti, fatta eccezione per due occasioni con Kramer e Domgjoni (ma, per i bianconeri, anche Guerrero aveva avuto sui piedi un buon pallone). Al 37′, però, i tigurini sono passati con un rigore (piuttosto contestato per la verità) e, da quel punto, anche a causa di due infortuni pesanti (Marić e Bottani), i sottocenerini hanno perso il filo, venendo poi infilati nella ripresa di nuovo su rigore da Marchesano e da Kramer in contropiede. 

Volano invece verso l’Europa il Servette e il Basilea. I ginevrini, battendo lo Young Boys per 2-1, viaggiano infatti appaiati al Basilea, a quota 47 lunghezze. A orientare la sfida a favore dei Grénats ci hanno pensato le reti di Fofana e Koné. I gialloneri, in gol con Ngamaleu, vedono così arrestarsi la striscia di 6 vittorie consecutive e di 21 partite senza perdere, mentre i ragazzi di Geiger festeggiano il secondo successo stagionale con i campioni in carica. 

Il Basilea, dal canto suo, aveva invece nell’anticipo regolato il San Gallo con un gol di Cabral in contropiede nella ripresa. Per gli uomini di Zeidler, invece, ancora alcune settimane di passione, a caccia di un salvezza non ancora certa. 

Rispetto alla lotta per non retrocedere, grossi rimpianti per il Sion che, in vantaggio nel derby con il Losanna, grazie a una rete di Karlen al 67′, si è fatto raggiungere a 7′ minuti dal termine da Jenz, che ha risolto di testa una mischia nell’area vallesana. Il pareggio lascia così i biancorossi in coda alla graduatoria, con due punti di svantaggio dal Vaduz.

La squadra del Principato, invece, ha preso solo un punto nelle ultime quattro gare. A fare bottino pieno sul campo del Liechtenstein è stato questa volta il Lucerna di Celestini i quali, al contrario, alla vigilia della semifinale di Coppa svizzera, festeggiano il terzo successo di fila, e si trovano ora al quinto posto in classifica, in posizione di sicurezza.

RSL svizzera 32/a giornata – Risultati finali

Sabato 1 maggio

Vaduz-Lucerna 1-2  (1-2) 
Basilea-San Gallo  1-0  (0-0) 

Domenica 2 maggio

Zurigo-Lugano  3-0  (1-0)
Servette-Young Boys  2-1  (0-0)
Sion-Losanna  1-1  (0-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2020/21 

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +36 72 | 6 Losanna +1 42
2 Basilea +7 47 | 7 Zurigo -3 38
3 Servette -6 47 | 8 San Gallo -6 37
4 Lugano -1 43 | 9 Vaduz -17 33
5 Lucerna +4 42 | 10 Sion -15 31

Legenda: qualificate ai preliminari della ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League.