Fantacalcio Serie A 2020/21: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 30/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi diamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Trentesima giornata di campionato al via questo pomeriggio con l’anticipo del Picco Spezia-Crotone (15), a seguire Parma-Milan (18) e Udinese-Torino (20:45). Domenica si comincia con la capolista Inter, impegnata alle 12:30 a San Siro contro un Cagliari in cerca di punti salvezza; alle 15 Juve-Genoa, Samp-Napoli e Verona-Lazio, poi in serata chiudono Roma-Bologna (18) e Fiorentina-Atalanta (20:45). Stavolta ci sarà il posticipo del lunedì: alle 20:45 scenderanno in campo Benevento e Sassuolo.
GLI SQUALIFICATI – P. Pereira, Barella, Strootman, Adrien Silva, Lovato, Lazzari, Correa, Cristante, Pulgar, Ribery, Traoré.
GLI INFORTUNATI RECENTI – Dell’Orco, Cyprien, Karamoh, Mihaila, Lyanco, Czyborra, Ekdal, El Shaarawy, Tomiyasu, Kokorin.
LA “LISTA COVID” – Ramos, Sirigu, Cragno, Bonucci, Bernardeschi, Pessina, Ayhan.
IN DUBBIO – Messias, Osorio, Nuytinck, Deulofeu, Yoshida, Torregrossa, Gunter, Smalling, Spinazzola, Mkhitaryan, Berardi, Caputo.

LA TOP 11 (3-4-3) – Pau Lopez (Roma); Cuadrado (Juventus), Romero (Atalanta), Reca (Crotone); Malinovskyi (Atalanta), Sensi (Inter), Villar (Roma), Saelemaekers (Milan); Gyasi (Spezia), Simy (Crotone), Lasagna (Hellas Verona).
LA CERTEZZA – Con Pessina probabilmente out per covid, Ruslan Malinovskyi si candida per una maglia da titolare in quel di Firenze domenica sera. L’ucraino ha cominciato questo campionato un po’ in sordina, ma sta venendo fuori alla distanza, un po’ come nella passata stagione se ci pensate bene. Tre assist e un gol nelle ultime due giornate: è il suo momento, vi azzardate a lasciarlo in panchina? Che coraggio!
LA SORPRESA – Probabilmente giocherà titolare al posto dello squalificato Barella, un’occasione non da poco per dimostrare il proprio valore. Ci riferiamo a Stefano Sensi, centrocampista sfortunato dell’Inter e della Nazionale. A proposito di azzurro, il giocatore ha preso una bella boccata d’ossigeno con la maglia dell’Italia, con la quale è andato a segno in Lituania. Chissà che non riesca a ripetersi in campionato. Tanto vale rischiare e schierarlo.

LA FLOP 11 (3-4-3) – Montipò (Benevento); Chabot (Spezia), Danilo Lar. (Bologna), Klavan (Cagliari); Djuricic (Sassuolo), Rabiot (Juventus), Luis Alberto (Lazio), Verdi (Torino); Llorente (Udinese), Destro (Genoa), Simeone (Cagliari).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – La sfida del Bentegodi contro il Verona costituirà un banco di prova arduo per i biancocelesti, e per questa ragione ci azzardiamo a sconsigliarvi Luis Alberto, che potrebbe trovare qualche difficoltà contro il centrocampo veneto, dotato di tecnica e tanta quantità. Per una volta si può pure rinunciare al proprio asso.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Da quando è arrivato a Udine ha segnato un solo gol, racimolando due ammonizioni e raggiungendo una media voto non proprio entusiasmante. Fernando Llorente, ora come ora, è la classica scommessa persa fatta in sede di riparazione. Lo spagnolo, tra l’altro, è in ballottaggio con Okaka per una maglia da titolare nella sfida della Dacia Arena contro il Toro. Ahimè, gli anni passano per tutti.