L’Olympique Marsiglia ha messo a disposizione il proprio stadio per la campagna di vaccinazioni

Lo Stade Vélodrome di Marsiglia sarà a disposizione del Governo per effettuare al suo interno la campagna di vaccinazioni. L’annuncio è arrivato direttamente dall’Olympique Marsiglia, che ha deciso di sostenere pubblicamente i vaccini contro il Covid-19, al punto di mettersi a disposizione per aprire le porte del proprio stadio. L’intento è chiaro, come spiegato anche dal Direttore Tecnico Medico dell’OM Abdou Sbihi: contribuire per quanto possibile alla lotta contro la pandemia, nella speranza di riavere nuovamente i tifosi allo stadio dopo mesi di silenzio durante le partite.

Il club francese ha assicurato che “le caratteristiche dello stadio permettono di accogliere la logistica necessaria e di organizzare più spazi differenti, dalla consultazione pre-vaccinale alle sessioni di vaccinazione, il tutto garantendo la sicurezza dei vaccini e delle vaccinazioni. E così favorire una presa in carico importante della popolazione marsigliese quando do ciò sarà possibile”.

Un gesto simbolicamente importante, di vicinanza del mondo del calcio a questa campagna su cui molti hanno sollevato perplessità. Non solo perché viene offerto uno spazio potenzialmente utile per favorire le vaccinazioni, ma anche mostrando il proprio sostegno agli stessi vaccini, nella speranza di convincere anche i più titubanti. Con le porte obbligatoriamente chiuse ai tifosi, l’Olympique Marsiglia ha deciso di riaprirle per medici e cittadini che sperano in un ritorno alla normalità.