La Dynamo Dresden vende 72mila biglietti per uno stadio vuoto

La Dynamo Dresden contro la Darmstatd ha stabilito un record, nonostante la sconfitta per 3-0. Il club, al momento primo nella 3. Liga tedesca, non sta passando un buon momento finanziario, come del resto anche le altre società. Perciò ha messo in vendita dei biglietti virtuali, alla cifra simbolica di 5 euro, nonostante al GlücksgasStadion non potesse entrare nessuno.

I tifosi hanno accolto più che bene l’iniziativa, comprando 72.112 biglietti, tre volte più della media pubblico della scorsa stagione. Il numero è sorprendente anche perché i posti disponibili nel loro stadio sono meno della metà: 32.066. Durante la partita doveva tenersi anche una coreografia di 30mila palloncini biodegradabili. Peccato che il vento non abbia lasciato scampo, annullando lo spettacolo.

La pandemia ha messo a dura prova le aziende calcistiche meno “famose”. In Germania molte squadre si sono trovate a fare i conti con grandi spese, senza però avere un ritorno: stipendi, costi degli impianti, spostamenti da una città all’altra. Se in Bundesliga il marketing e gli introiti televisivi hanno salvato le società dal fallimento, in basse categorie il tifo è stato un grande assente. Non solo a livello di spinta, ma anche a livello economico.

L’iniziativa della Dynamo Dresden può, perché no, essere uno spunto anche per altri club in difficoltà.