RSL svizzera 5/a – Lo Young Boys batte il Lucerna e vola in testa

In Svizzera, come nel resto d’Europa, il Coronavirus ha aumentato la propria pressione. Nei giorni scorsi, vi avevamo annunciato in tempo reale via Twitter che anche al Sion, dopo quelle di Basilea, erano state riscontrate delle positività, con conseguente quarantena. Il club vallesano ha così ottenuto, come già accaduto ai renani, da parte della SFL, il rinvio delle partite che cadevano nel periodo di stop forzato.

Una di queste è il sentitissimo derby romando contro il Servette, che doveva andare in scena oggi al Tourbillon, e che è stato quindi spostato a data da definirsi. La notizia di ieri è che anche il Vaduz, a causa di 3 positivi nel gruppo, ha subito la stessa misura delle compagini che lo hanno preceduto. Vedremo quali decisioni prenderà a tale proposito la SFL.

Rinvio anche per la sfida tra Basilea e Losanna, per la quale (essendo stata la decisione assunta nei giorni scorsi) è stata però già fissata la data di recupero (25/11). Ieri, quindi, è andata in scena solo la partita tra i campioni in carica dello Young Boys, reduci dalla sconfitta casalinga in Europa League contro la Roma, e il Lucerna di Fabio Celestini.

I campioni in carica, sul proprio campo e davanti a soli 100 spettatori, vista il divieto di assistere a manifestazioni sportive imposto dal Cantone di Berna, hanno superato in rimonta i confederati, ma non è stata una vittoria facile. A passare in vantaggio per primi, infatti, al 19′, sono stati proprio gli ospiti, trasformando con Schulz un calcio di rigore per un fallo commesso da Lefort.

Nella seconda frazione, però, gli uomini di Seoane hanno aumentato i ritmi, venendo a capo degli avversari. Al 58′ è stato Meschack Elia a raddrizzare il risultato, con una rete di pregevole fattura. Poi, al 69′, un colpo di testa del cannoniere giallonero Nsame dalla breve distanza ha regalato i suoi i 3 punti che valgono il primato provvisorio in classifica. E, domenica, i bernesi sono attesi in Ticino dal Lugano, provvisoriamente al terzo posto in classifica.

Rispetto agli anticipi del sabato, oltre alla vittoria proprio del Lugano, della quale ci siamo occupati diffusamente sabato sera e ieri, vi diamo notizia della prima affermazione per lo Zurigo, attualmente guidato da Massimo Rizzo, in attesa che il presidente Canepa decida a chi affidare la Prima squadra.

La compagine tigurina (che ha avuto un inizio stagione difficile, costato la panchina al tecnico Ludo Magnin) ha finalmente centrato il primo successo, al Rheinstadion di Vaduz. I biancoblù sono partiti piuttosto forte, trovando la prima al 6′ da Sobiech e il raddoppio, al 41′, con Tosin. Nella seconda frazione l’ex Lugano Ceesay (68′) e Kramer (10′ più tardi) hanno arricchito il bottino degli ospiti, lasciando ai padroni di casa solo il gol della bandiera, messo a segno da Schmied al 74′.

RSL svizzera 5/a giornata – Risultati finali

Sabato 24 ottobre

Vaduz-Zurigo  1-4  (0-2)  
Lugano-San Gallo  1-0  (1-0)  

Domenica 25 ottobre

Young Boys-Lucerna  2-1  (0-1)
Sion-Servette  rinviata  
Basilea-Losanna rinviata al 25/11

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2020/21 – Zurigo, Sion, Losanna e Servette una partita in meno – Basilea 2 partite in meno

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +3 11 | 6 Servette -1 4
2 San Gallo +2 10 | 7 Zurigo -2 4
3 Lugano +2 9 | 8 Sion -1 3
4 Losanna +5 8 | 9 Lucerna -3 2
5 Basilea 0 4 | 10 Vaduz -5 2

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con il Vaduz (2/a di Challenge League), retrocessa in Challenge League.

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.