RSL svizzera 3/a – San Gallo in testa a punteggio pieno; un Lugano coraggioso si salva nel finale

Ultimo turno prima della sosta, per la Raiffeisen Super League svizzera, sotto il segno del San Gallo. L’undici di Peter Zeidler, nonostante le partenze pesanti, viaggia infatti a punteggio pieno e, da ieri, è in testa da solo in graduatoria. I Brodisti, davanti ai quasi 10.000 spettatori del kybunpark, autorizzati secondo le nuove norme, hanno regolato, seppur di misura, grazie a un colpo di testa di Duah, al 24′.

La partita è stata bella e combattuta e, degni di nota, sono state le due aste centrate da Stevanović nella prima frazione, per gli ospiti, e due legni colpiti anche da Guilleminot per biancoverdi.

Altra compagine in grande forma è il Losanna di Contini. Nonostante abbiano perso Zeqiri, volato in Inghilterra, al Brighton, i romandi hanno mantenuto le loro spiccate qualità offensive, sgretolando alla Pontaise lo Zurigo. 4 gol segnati, 18 tiri verso la porta avversaria, dei quali 9 nello specchio, sono alcuni numeri che possono dare l’idea. I biancoblù sono una squadra che gioca in velocità, davvero molto godibile da vedere, mentre i tigurini dovranno, al più presto possibile, ritrovare organizzazione e quadratura della fase difensiva (8 gol subiti in 3 partite).

Passando al Lugano, prendiamo atto della mantenuta imbattibilità dei ticinesi (che in casa non perdono ormai da quasi un anno: 0-3 col Basilea del 10 novembre scorso), ancora una volta protagonisti di una partita combattutissima.

Nonostante la prematura uscita di Bottani al 28′, i bianconeri (clamoroso l’errore di Lovrič al 15′, anche se l’austriaco ha poi mostrato colpi di grande spessore) hanno tenuto bene il campo. Tuttavia, a passare sono stati gli ospiti, a 5′ dal termine della prima frazione, grazie a una combinazione Tosetti-Karlen-Grgić, con rasoiata chirurgica di quest’ultimo, che si è insaccata a fil di palo.

Il pareggio dei sottocenerini è arrivato nella ripresa, al 57′ con Guidotti: ma l’azione che lo ha condotto al tiro, poco oltre il limite dei 16 metri, portata avanti da Ardaíz e Lovrič, è stata davvero notevole. Peccato, per il Lugano, che l’uruguagio non abbia avuto la giusta freddezza, al 67′, per insaccare una palla facile, servitagli da Gerndt. Il Sion è così tornato avanti grazie a un rigore, concesso per atterramento di Tosetti da parte di Guerrero, respinto due volte da Osigwe il quale, però, in entrambe le occasioni, non ha tenuto il piede sulla linea al momento del tiro (segnalazione del VAR). Serey Die lo ha poi spiazzato, al terzo tentativo. All’82’ è arrivato il giusto pareggio, siglato da Daprelà.

Le due favorite per la vittoria finale hanno entrambe ottenuto l’intera posta: il Basilea si è sbarazzato, ma con fatica, del Lucerna, grazie al gol decisivo di Stocker nel finale, mentre lo Young Boys, reduce dalla vittoria in Europa League col Tirana, ha viaggiato di conserva, superando col minimo sforzo il Vaduz, grazie a un gol, al 62′, di Nsame, abilissimo a sfruttare una respinta di Büchel, dopo la conclusione precedente di Sierro.

RSL svizzera 3/a giornata – Risultati finali

Sabato 3 ottobre

Lugano-Sion  2-2  (0-1)  
Losanna-Zurigo  4-0  (2-0)

Domenica 4 ottobre

San Gallo-Servette  1-0  (1-0)
Basilea-Lucerna  3-2  (2-1)
Young Boys-Vaduz  1-0  (0-0)  

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2020/21

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 San Gallo +3 9 | 6 Servette -1 3
2 Losanna +5 7 | 7 Sion -1 2
3 Young Boys +2 7 | 8 Lucerna -2 1
4 Lugano +1 5 | 9 Vaduz -2 1
5 Basilea 0 4 | 10 Zurigo -5 1

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con il Vaduz (2/a di Challenge League), retrocessa in Challenge League.

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.