Fantacalcio Serie A 2020/21: alla scoperta di… Kevin Rüegg

Nome: Kevin Rüegg
Nazionalità: Svizzera
Età: 22
Altezza: 173 cm
Nazionale: sì (Under 21)
Piede: destro
Ruolo principale: terzino destro
Eventuali altri ruoli: mediano davanti alla difesa, centrocampista esterno destro
Valutazione calciomercato: 5,4 milioni
Perché acquistarlo: giovane alla riscossa / è un discreto assistman
Perché non acquistarlo: non è titolare / poca esperienza fuori dalla Svizzera
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): *

LE CARATTERISTICHE – Piede destro puro, esterno adattabile a tutta la fascia, Kevin Rüegg è fra i volti nuovi del Verona 2020/21. Svizzero ma con madre camerunese, questo classe ’98 ha dalla sua una grande duttilità: oltre a poter ricoprire tutte le posizioni sulla fascia destra, l’ex Zurigo può essere persino adattato a centrocampista centrale, perché dotato comunque di una discreta tecnica. Non è un marcantonio (solo 173 centimetri), ma non gli manca la velocità e una discreta propensione ad attaccare e a mettere interessanti cross per i compagni.

LA CARRIERA – È cresciuto nelle giovanili dello Zurigo e ha esordito in prima squadra nel febbraio 2017. In tre stagioni e mezza con la maglia biancoblù ha totalizzato 107 presenze e 4 gol, ma soprattutto 8 assist. Ha fatto tutta la trafile nelle Nazionali giovanili, fino ad arrivare all’Under 21, con la quale è sceso in campo in dieci occasioni. Ora un’avventura tutta nuova con la maglia dell’Hellas Verona, non troppo lontano da casa ma in un campionato totalmente diverso rispetto alla Super League elvetica.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Al momento non è un nome su cui puntare troppo. Più che una scommessa, sarebbe un azzardo, soprattutto in leghe non troppo numerose (fino a 10 partecipanti). Nelle prime due gare disputate dal Verona Ivan Jurić l’ha fatto partire dalla panchina, anche perché ha davanti a sé un titolarissimo come Faraoni. Potete acquistarlo in leghe da 12 partecipanti in su, magari come alternativa dello stesso Faraoni.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.