Fantacalcio Serie A 2020/21: alla scoperta di… Arthur Melo

Nome: Arthur Henrique Ramos de Oliveira Melo
Nazionalità: Brasile
Età: 24
Altezza: 171 cm
Nazionale: sì
Piede: destro
Ruolo principale: playmaker
Eventuali altri ruoli: mezzala
Valutazione calciomercato: 80 milioni
Perché acquistarlo: talento ed esperienza
Perché non acquistarlo: potrebbe non adattarsi agli schemi di Pirlo
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): ****

LE CARATTERISTICHE – È un playmaker puro. Al Grêmio, che lo ha lanciato nel grande calcio, ha vinto una Copa Libertadores e si è dimostrato uno dei talenti migliori del calcio brasiliano, prima dell’approdo a Barcellona. A Porto Alegre era il fulcro del gioco, partendo da destra in un centrocampo a due. Al Barcellona è stato spesso chiuso da Busquets, di conseguenza è stato costretto a manovrare da mezzala. Ma Arthur è 100% un playmaker, e la nuova Juventus ha bisogno di un costruttore di gioco in mediana.

LA CARRIERA – Cresce nelle giovanili del Goiás, squadra della sua città (Goiânia): nel 2010 il passaggio al Grêmio, che – con grande calma – gli consente di affinare la tecnica ed esordire nel calcio professionistico (ultima giornata del Brasileirão 2016, contro il Botafogo). L’allenatore del Grêmio, Renato “Gaucho” Portaluppi (sì, l’ex giocatore della Roma), stravede per lui, e gli dà le chiavi del centrocampo: insieme a talenti del calibro di Luan ed Everton, nel 2017 Arthur vince la Copa Libertadores battendo in finale gli argentini del Lanús. Nel mondiale per club susseguente, ‘o Tricolor perderà la finale con il Real Madrid di misura (1-0), seppur Arthur non giocherà la competizione per via di un problema alla caviglia. Nel 2018, il passaggio al Barcellona, per 40 milioni complessivi. Alti e bassi in blaugrana, a causa del fatto che non ricopre il suo posto naturale (play) a causa – come dicevamo – della presenza di Busquets. Spesso (erroneamente) paragonato a Iniesta, Arthur è in realtà un giocatore tatticamente diverso da Don Andrès, data la propensione del brasiliano di avvicinarsi molto di più alla porta avversaria.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Sì, ma con riserva: bisognerà capire le idee di Pirlo. Nella prima uscita, contro la Sampdoria, l’allenatore dei bianconeri lo ha tenuto in panchina, ma con i tanti impegni è molto probabile che Arthur troverà posto nel centrocampo juventino. Dopotutto, il talento non gli manca assolutamente.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e Tennis su tutti. Direttore di MondoSportivo.it, giornalista e telecronista. Dal 2010 a Sportitalia, dal 2018 DAZN. Nel 2017 a Premium Sport.