Europa League, 1° Turno Preliminare: giant-killing per Žilina e Maribor, sul velluto il Rosenborg

Con qualche giorno di anticipo sulla sosta per le Nazionali, l’Europa League chiude il Primo Turno Preliminare con un’infinita lista di incontri che disegneranno (assieme alle sconfitte del Secondo Turno Preliminare di Champions League) le partecipanti al prossimo barrage della seconda competizione europea per club, al quale prenderà parte anche il Milan di Stefano Pioli.

Le eliminazioni a sorpresa, da sempre ingrediente segreto del fascino dei Turni Preliminari, risultano amplificate dagli effetti del Covid-19 sul calcio del Vecchio Continente, aumentando notevolmente i colpi di scena regalati dalle gare ad eliminazione diretta: le eliminazioni più rumorose, quest’anno, colpiscono Maribor e Žilina. Gli sloveni, spesso presenti nel recente passato ai Gironi di Champions ed Europa League, sono vittima di un Coleraine dalla corazza dura: i nord-irlandesi resistono per un tempo agli attacchi dei balcanici, e nel secondo tempo trovano il gol nell’unica vera occasione con il sinistro dal limite di McLaughlin (già giustiziere del La Fiorita) a gelare i locali. Požeg a mezz’ora dalla fine ristabilisce la parità per il Maribor, che spinge con veemenza e nei supplementari si guadagna anche un calcio di rigore che Dervišević spara sulla traversa. Il legno colpito dal numero 21 è il sinistro presagio dell’esito della gara per il Maribor: ai calci di rigore il Coleraine è perfetto mentre Požeg centra un altro legno dal dischetto, condannando gli sloveni a una clamorosa eliminazione in favore del Coleraine che vede proseguirà il proprio interrail europeo da sogno.

La seconda impresa memorabile di giornata vede sorridere un’altra compagine britannica ai danni di una balcanica: è il TNS (Galles) a sovvertire il pronostico eliminando gli slovacchi dello Žilina: la gara si sblocca nella ripresa, con Robles di testa a beffare la disordinata difesa ospite sugli sviluppi di calcio piazzato, che come vedremo risulteranno decisivi per scrivere l’esito dell’incontro. Gli ospiti a una decina di minuti dal termine si guadagnano il penalty che, differentemente dal Maribor, sfruttano a pieno pervenendo al pari con la trasformazione di Myslovič. Si va ai tempi supplementari, dove si aspetta che a fare la differenza sia il maggior tasso tecnico degli ospiti: è invece la fame dei gallesi ad avere la meglio, con Smith che colpisce lo Žilina ancora sugli sviluppi di calcio piazzato, mentre il rigore di Cieślewicz al minuto 108 blinda definitivamente uno dei più grandi successi di una compagine gallese in Europa.

Non mancano gli exploit, tra le rappresentanti delle Federazioni calcistiche meno blasonate: Malta vede avanzare al prossimo turno gli Hibernians capaci di estromettere il Vaduz (Lichtenstein, ma partecipante alla Challenge League, seconda serie svizzera) imponendosi 2-0, mentre il Sirens sogna di estromettere il CSKA Sofia ma è piegata 2-1 dai bulgari in rimonta. Fa scalpore anche il successo dei Lincoln Red Imps, Gibilterra, capaci di avere la meglio 2-0 sui lussemburghesi del Pétange; l’impresa la sfiorano solamente i ragazzi del Víkingur Reykjavík (Fær Øer), che in inferiorità numerica dal 5′ minuto conducono per 1-0 sul campo dell’Olimpija Lubiana fino al minuto 88, quando gli sloveni trovano il pari di Fink che prolunga la gara ai tempi supplementari dove il 2-1 di Bosić evita al calcio sloveno (già vittima dell’inciampo del Maribor) di perdere la faccia. Allo stesso modo, gli irlandesi del Bohemians si illudono di poter avere la meglio sul più quotato MOL Vidi, ma dopo l’1-1 dei tempi regolamentari i magari sopravanzano i britannici 4-2 ai rigori regalandosi il pass per il turno successivo. Chiude la carrellata delle Cenerentole deluse l’Inter Turku (Finlandia): a Budapest, in casa della Honvéd, i magiari trovano il vantaggio con Traore solamente quando i minuti sul cronomentro sono 89:26. Sembra finita per gli scandinavi, che invece centrano il pallone e al minuto 90:39 trovano con Lilu l’incredibile gol che spedisce la contesa ai supplementari, dove però i locali riescono a trovare la rete decisiva grazie alla sfortunata autorete di Hämäläinen.

Se numerose sono le sorprese, tante anche le certezze: in scioltezza al prossimo turno si qualificano Rosenborg (4-2 agli islandesi del Breiðablik), Malmö (2-0 al Wisla Cracovia), FCSB (ex Steaua Bucarest, vittoriosa 3-0 sugli armeni dello Shirak), Partizan Belgrado (faticoso l’1-0 sui lettoni del FK Rīgas griffato Natcho dal dischetto), APOEL Nicosia (2-0 ai supplementari sui kosovari del Gjilani) e Lech Poznan (3-0 sui lettoni del Valmieras); per tutte le qualificate al prossimo turno appuntamento al 17 settembre, per il Secondo Turno Preliminare. Ancora in bilico, causa Covid-19, l’esito di Nõmme Kalju-MuraMaccabi Haifa-Željezničar.

EUROPA LEAGUE 2020/2021 – 1° Turno Preliminare

martedì 25/08
Riteriai-Derry City  3-2 d.t.s.  18′ Thomson (D), 39′ e 49′ Paulaskas (R), 63′ Toal D), 91′ Kazlauskas (R)

mercoledì 26/08
Progrès Niederkorn-Zeta  3-0  11′ e 55′ rig. Tekiela, 90’+3 Thill

giovedì 27/08
Ventspils-Dinamo Auto   2-1  15′ Rogac (D), 22′ Villela (V), 75′ rig. Kozlov (V)
Ordabasy-Botoșani  1-2  25′ Holzmann (B), 31′ Mahlangu (O), 33′ Dugandžić (B)
Kairat Almaty-Noah  4-1  8′ Bor (N), 12′ Alykulov (K), 35′ e 70′ Vagner Love (K), 90’+4 aut. Dedechko (N)
Nõmme Kalju-Mura rinviata a data da destinarsi
Teuta Durazzo-Beitar Gerusalemme  2-0  6′ Krasniqi, 87′ Hebaj
Borac Banja Luka-Sutjeska  1-0  35′ Vranješ
Dinamo Minsk-Piast Gliwice  0-2  10′ Lipski, 56′ Świerczok
Lincoln Red Imps-Pétange  2-0  36′ Casciaro, 90’+5 Yahaya
Neftçi Baku-Shkupi  2-1  66′ Bougrine (N), 88′ Krivotsyuk (N), 90’+3 Darboe (S)
Apollon Limassol-Saburtalo  5-1  3′ e 32′ Dabo (A), 59′ Diguiny (A), 69′ Guliashvili (S), 76′ Dabo, 86′ Gianniotas (A)
Bodø/Glimt-Kauno Žalgiris  6-1  27′ e 36′ Zinckernagel (B), 52′ e 59′ rig. Hauge (B), 78′ Otele (K), 79′ Boniface (B), 81′ Tounekti (B)
Alashkert-Renova  0-1  58′ Mishkovski
Sumgayit-Shkëndija  0-2  56′ rig. Ibraimi, 89′ Doriev
Olimpija Lubiana-Víkingur Reykjavík  2-1 d.t.s. 27′ Karlsson (V), 88′ Fink (O), 106′ Bosić (O)
MOL Vidi-Bohemians  1-1  4-2 d.c.r.  22′ Ward (B), 37′ rig. Nikolić (V)
Rosenborg-Breiðablik  4-2  3′ Børven (R), 17′ Reginiussen (R), 24′ Hovland (R), 29′ Børven (R), 60′ Einarsson (B), 90’+1 rig. Mikkelsen (B)
Hammarby-Puskás Akadémia  3-0  14′ Khalili, 32′ Bojanic, 84′ Paulinho
AGF-Honka  5-2  21′ Tingager (A), 29′ Mortensen (A), 35′ Borjas (H), 45′ rig. Mortensen (A), 64′ Kaufmann (H), 90’+1 Olsen (A), 90’+2 Tengstedt (A)
Žalgiris Vilnius-Paide Linnameeskond  2-0  9′ Kaluđerović, 32′ Antal
Malmö-Wisla Cracovia  2-0  1′ Berget, 44′ Rieks
Vaduz-Hibernians  0-2  34′ e 56′ Degabriele
Keşlə-Laçi  0-0 4-5 d.c.r.
Maccabi Haifa-Željezničar rinviata a data da destinarsi
CSKA Sofia-Sirens  2-1  69′ Maxuell (S), 75′ Ahmedov (C), 90’+1 Sowe (C)
Lokomotiv Tbilisi-Craiova  2-1  57′ Sikharulidze (L), 61′ Omar (L), 90’+4 Baiaram (C)
Gjilani-APOEL Nicosia  0-2 d.t.s.  102′ Efrem, 116′ Ndongala
FH-DAC  0-2  23′ Balić, 76′ Ramírez
TNS-Žilina  3-1 d.t.s.  56′ Robles (T), 77′ rig. Myslovič (Z), 100′ Smith (T), 108′ rig. Cieślewicz (T)
Shakthyor Soligorsk-Sfântul Gheorghe  0-0 1-4 d.c.r.
Hapoel Be’er Sheva-Dinamo Batumi  3-0  9′ Josué, 21′ aut. Kobakhidze, 61′ Josué
Zrnjiski Mostar-Differdange  3-0  37′ Bilbjia, 40′ Filipović, 79′ Ivančić
Valletta-Bala Town  0-1  38′ Venables
B36 Tórshavn-Levadia Tallin  4-3 d.t.s. 58′ Õigus (L), 72′ e 76′ Pingel (B), 79′ Elhi (L), 101′ Kouadio (L), 106′ Samuelsen (B), 112′ Agnarsson (B)
Kukësi-Slavia Sofia  2-1  56′ rig. Eze (K), 81′ Krastev (S), 85′ Cooper (K)
Petrocub-Bačka Topola  0-2  16′ Tomanović, 55′ rig. Lukić
Iskra Danilovgrad-Lokomotiv Plovdiv  0-1  75′ rig. Iliev
Servette-Ružomberok  3-0  54′ rig. Stevanović, 77′ Mendy, 86′ Antunes
FCSB-Shirak  3-0  34′ Olaru, 65′ rig. Tănase, 83′ Buziuc
Maribor-Coleraine  1-1 4-5 d.c.r.  62′ McLaughlin, 65′ Požeg
Aberdeen-NSÍ Runaví  6-0  36′ Ferguson, 42′ Main, 50′ e 59′ Hedges, 63′ Hayes, 87′ rig. Hedges
Motherwell-Glentoran  5-1  58′ Lang (M), 72′ O’Donnell (M), 75′ Polworth (M), 78′ Watt (M), 87′ Long (M), 90′ rig. McDaid (G)
Partizan Belgrado-FK Rīgas  1-0  51′ rig. Natcho
Budapest Honvéd-Inter Turku  2-1 d.t.s.  90′ Traore (B), 90’+1 Liliu (I), 105′ aut. Hämäläinen (I)
Shamrock Rovers-Ilves  2-2 12-11 d.c.r.  10′ Ala-Myllymäki (I), 14′ Burke (S), 62′ Veteli (I), 78′ Roberto Lopes (S)
Lech Poznan-Valmiera  3-0  59′ e 78′ Ishak, 88′ Szymczak

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.