Allsvenskan 15/a – Malmö in testa al giro di boa, AIK in caduta libera: gli Gnaget sono terzultimi!

Giro di boa, per l’Allsvenskan, con il Malmö campione d’estate. Gli Himmelsblått, infatti, superando l’Örebro in rimonta (ottava vittoria consecutiva) hanno matematicamente conquistato questo titolo virtuale e, in attesa, dell’inizio delle qualificazioni alla fase a gironi di Europa League, guardano tutti dall’alto.

I biancocelesti, partiti bene, sono stati però infilati, al 27′, da Larsson dell’Örebro, con un bellissimo colpo di testa, su traversone di Hussein dalla fascia destra. Il vantaggio ha galvanizzato gli ospiti, che hanno avuto la possibilità di raddoppiare, pochi minuti dopo, con Besara che, imboccato da Mehmeti, dopo un clamoroso errore della retroguardia di casa, ha però messo fuori, da distanza ravvicinata.

Gol sbagliato, gol subito” si dice: al 43′ Erdal Rakip, smarcato davanti al portiere avversario da una perfetta rasoiata di Toivonen,  ha riportato la sfida in pareggio. Nella ripresa, è stato invece Berget a servire a Nalić il pallone giusto da mettere alle spalle di Jonsson, regalando ai suoi i 3 punti.

Dietro, l’Elfsborg ha regolato con facilità il Falkenbergs, andando a segno 4 volte nei primi 20′. Gli Eleganterna hanno poi facilmente controllato, nella ripresa, il ritorno degli avversari. Sconfitta (la terza consecutiva), maturata all’ultimo respiro, per il Norrköping, in casa contro l’Hammarby. I Bajen, nella sfida trasmessa in diretta su Sportitalia, hanno dimostrato una maggiore freschezza atletica, pur essendo vistosamente calati nel finale. Fatali, per i Peking, due seconde palle. Ora per loro si fa difficile, visti i ritmi di chi li precede.

Alle spalle delle due battistrada, tengono il passo (ma distanti ben 8 lunghezze dalla capolista) anche i campioni uscenti del Djurgården, vittoriosi in rimonta, alle spalle del coriaceo Mjalby. Kujović (51′) e Augustinsson (64′) hanno infatti risposto, nella ripresa, alla rete iniziale di Ogbu (29′), che aveva portato gli ospiti in vantaggio. Bella vittoria, invece, in trasferta, per l’Häcken sul Varbergs.

Nella parte bassa della classifica, come da titolo, continua la caduta libera dell’AIK, superato in casa anche dall’Östersunds. A decidere, un gol di Fritson al 27′, ma è stato un vero e proprio Museo degli orrori della retroguardia Gnaget. Nel finale anche un cartellino rosso per parte (Karlsson per i padroni di casa e Sonko-Sundberg per gli ospiti).

Il Göteborg si è salvato invece a Kalmar, contro i biancorossi padroni di casa, rinfrancati dal successo del fine settimana in casa dell’Häcken. Sotto di una rete al 14′, per effetto del gol di Israelsson, i Blåvitt hanno raddrizzato la sfida al 32′, con un bel gol di Sana.

Allsvenskan 2020 15/a giornata – risultati

Mercoledì 12 agosto

Malmö-Örebro  2-1  (1-1) 
Djurgården-Mjalby  2-1  (0-1)

Giovedì 13 agosto

AIK-Östersunds  0-1  (0-2)
Kalmar-Göteborg  1-1  (1-1)
Sirius-Helsingborg  3-1  (2-0)
Norrköping-Hammarby  1-2  (0-1)
Varbergs-Häcken  1-3  (1-2)
Elfsborg-Falkenbergs  4-2  (4-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2020  – 15/a giornata 

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Malmö 31/13 34 | 9 Varbergs 22/23 17
2 Elfsborg 27/20 30 | 10 Örebro 15/18 17
3 Djurgården 22/15 26 | 11 Göteborg 17/22 15
4 Norrköping 32/22 25 | 12 Östersunds 12/18 15
5 Häcken 27/16 24 | 13 Kalmar 17/23 13
6 Hammarby 18/18 23 | 14 AIK 13/23 13
7 Sirius 27/25 22 | 15 Helsingborg 14/25 13
8 Mjalby 18/23 19 | 16 Falkenbergs 17/25 12

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.