Fantacalcio Serie A 2019/20: alla scoperta di… Victor Moses

Nome: Victor Moses
Nazionalità: Nigeria
Età: 29
Altezza: 177 cm
Nazionale: no
Piede: destro
Ruolo principale: ala destra
Eventuali altri ruoli: centrocampista esterno destro, ala sinistra
Valutazione calciomercato: 8,5 milioni
Perché acquistarlo: ha il bonus nelle corde
Perché non acquistarlo: ha giocato poco negli ultimi due anni
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): ****

LE CARATTERISTICHE – Un altro esterno al servizio di Antonio Conte: dopo Ashley Young, il secondo acquisto della campagna di rafforzamento dell’Inter risponde al nome di Victor Moses, nigeriano di proprietà del Chelsea, giunto a Milano in prestito. Per il tecnico interista di tratta di una vecchia conoscenza, visto che ha allenato il giocatore proprio a Londra con i Blues qualche stagione fa. Ala o centrocampista esterno, è il nome ideale per lo scacchiere di Conte, che può posizionarlo su entrambe le fasce o addirittura inserirlo a gara in corso per passare al tridente. Giocatore con spiccate doti offensive, è molto abile nel dribbling e possiede grande velocità. Qualche dubbio deriva dal fatto che nelle ultime stagioni ha giocato poco ed è reduce da un doppio infortunio muscolare che ne ha condizionato pesantemente il rendimento nella prima parte della stagione in corso.

LA CARRIERA – Nigeriano di nascita ma con cittadinanza inglese, Victor Moses è scappato dalla guerra civile che flagellava la Nigeria nei primi anni del 2000, trovando rifugio nel Regno Unito. Là ha iniziato la propria parabola di calciatore: prima il Crystal Palace, poi il Wigan, infine, nel 2012, il Chelsea. Tuttavia, è soprattutto dopo i prestiti a Liverpool, Stoke City e West Ham che Moses si afferma in maglia Blues, e il merito è soprattutto del signore che siede attualmente sulla panchina dell’Inter. Nella stagione 2016/17, infatti, è uno dei protagonisti della vittoria della Premier League, con Conte che lo rinventa esterno destro di centrocampo (risultato: 34 presenze, 3 gol e 3 assist). Nel proprio palmarès anche un’Europa League in maglia Blues nel 2012/13, una FA Cup nel 2017/18 sempre con il Chelsea e una Coppa d’Africa con la Nazionale nigeriana nel 2013 (con la Nigeria ha preso parte anche ai Mondiali del 2014 e del 2018). Ora la Serie A e il ritorno alle dipendenze di Conte, per mettersi definitivamente alle spalle l’ultimo anno in prestito al Fenerbahçe, in cui ha giocato poco e non è riuscito a trovare la giusta continuità.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Assolutamente sì. Se uno come Antonio Conte ha dato il proprio placet all’acquisto del nigeriano, non vediamo perché non possa anche far parte delle vostre rose di fantacalcio. Si tratta di un giocatore potenzialmente devastante, con grande propensione ad attaccare e dunque a portare bonus (51 gol e 41 assist in 373 presenze in carriera). In più, è nel listone dei centrocampisti, un motivo in più per accaparrarvelo, anche se non avete in rosa il suo alter ego Candreva.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.